Le Vere Origini di S.Lucia

_χρόνος διαβασματός : [ 2 ] minutes

Ogni anno si celebra Santa Lucia per il Solstizio d’Inverno…ma siamo sicuri che essa sia una reale festa per i devoti? Scoprite insieme a noi le vere origini del culto di Santa Lucia

Il Solstizio d’Inverno tra la notte del 21 dicembre e del 22 Dicembre sotto il calendario giuliano cadeva invece la notte del 13 Dicembre.
Questa è la festa di Santa Lucia, e c’è tutta una serie di antiche tradizioni legate con la sua storia alquanto straziante.

Secondo il cattolicesimo romano, Lucia è la santa patrona dei poveri e dei non vedenti.

Nata in Sicilia nel 4° secolo, era una devota cristiana che ha affrontato un matrimonio combinato e non la vita di castità che aveva auspicato per se stessa.

Intendendo lodare i suoi bellissimi occhi, li rimosse dalle sue orbite e li mandò al suo promesso sposo con un messaggio supplicandolo di prendere quello che lui voleva di più da lei e lasciare il resto per lei al fine di farla vivere da sola ed in pace con il suo spirito.

Lucia fu martirizzata nel 303 D.C., sempre associata con i non vedenti, anche se i credenti tramandano che la sua vista gli fu ridonata dal Dio Cristiano.

In Scandinavia il giorno di Santa Lucia è di lunga data e la sua tradizione rituale sottolinea la battaglia senza fine tra la luce ed il buio.

Secondo lo Smithsonian Institute, è il periodo dell’anno in cui le ragazze tradizionalmente indossano corone di candele e fanno il c.d. Lussekatter, cioe’ panini con uva passa o ribes pieno di zafferano dorato.

Oggi le bambine competono a livello nazionale per essere incoronate come Lucia, mentre altre ‘Lucias’ vengono scelte localmente dai bambini delle città o di villaggi specifici.

Ma mentre questi devoti presiedono feste e cori pochi sanno che Lucia possedeva un lato oscuro, molto più oscuro di una qualsiasi martire cristiana che si è accecata piuttosto che sposarsi.

Lucia era collegata alla prima moglie di Adamo che, secondo la leggenda, prese il Diavolo come suo consorte e genero’ una miriade di bambini infernali.

La sua notte – la più lunga dell’anno – è stata la notte in cui gli animali hanno guadagnato il potere della parola e i demoni hanno incominciato a camminare sulla Terra.

Di conseguenza, la mattina seguente chi è ha tenuto una festa celebrativa in suo onore, e’ grato di aver permesso che la notte precedente i demoni abbiano avuto un passaggio per un altro anno sulla Terra.

Leave a Reply