Australia come il Quarto Reich : vara il Grande Blocco Censura ad Anime, Hentai, e Manga Giapponesi

_χρόνος διαβασματός : [ 2 ] minutes

L’Australia con un super decreto governativo ha deciso il divieto assoluto di importazione di hentai e altri prodotti di anime per adulti dal Giappone!


In un’escalation nazista della campagna del paese contro gli anime e i manga, l’Australia ha vietato l’importazione di prodotti, come giornali e media di anime per adulti, tra cui l’hentai.

Questo nuovo divieto è stato segnalato per la prima volta dal famoso rivenditore di anime online J-List con sede in Giappone, che ha informato i propri clienti il ​​14 ottobre che “l’Australia sta eliminando ogni possibilità di waifus che entrano nella contea perché abbiamo dovuto interrompere la spedizione lì”.

“DHL Japan ci ha chiamato la scorsa settimana, informandoci che le dogane australiane hanno iniziato a rifiutare pacchi contenenti qualsiasi prodotto per adulti”, ha spiegato il rivenditore. “Poi ci hanno consigliato di interrompere l’invio di prodotti per adulti nel paese. In seguito, questa settimana ci sono stati restituiti gli attuali ordini australiani contenenti articoli per adulti “.

J-List ha poi affermato che gli articoli per adulti vietati dalla dogana australiana includono “onaholes, manga hentai, doujinshi, personaggi smessi, DVD JAV e qualsiasi prodotto contrassegnato con un simbolo +18 sulla miniatura del prodotto”.

Stiamo parlando di fumetti per adulti, non di pedofilia.

Per quanto riguarda il motivo per cui questi articoli sono stati ora banditi dal paese, J-List ha indicato il divieto della dogana australiana di “pornografia illegale”, che include “pornografia infantile” e “pubblicazioni, film, giochi per computer e qualsiasi altro bene che descrive, raffigura , esprimere o trattare in altro modo questioni di sesso […] in modo tale da offendere gli standard di moralità, decenza e correttezza generalmente accettati da adulti ragionevoli non sono ammessi “.

Nazismo allo stato puro.


D’altronde basta guardare alle loro legge di immigrazione. Altro che Salvini…Salvini in confronto ai Ministri Austra-Nazisti è un dilettante, una mammoletta.

“Fatene quello che volete, ma il modo migliore per evitare di far sperare qualcuno di ricevere qualcosa di nuovo, brillante e solo per adulti è smettere di spedire prodotti per adulti in Australia”, ha concluso J-List.

“Siamo incredibilmente dispiaciuti per questo. Fortunatamente, possiamo ancora spedire a Oz qualsiasi altra cosa che non sia un prodotto per adulti, quindi forse non hanno ancora vietato tutto il divertimento.

Come se gli austra-degenerati di Oz non fossero in grado di scaricare e stampare in proprio.
Comunque, qualche anno fa in Afghanistan un pattuglia Australiana di soldati sbandierò in alto la propria bandiera, con onore e orgoglio.

Se dico che l’Australia è il Quarto Reich, allora affermo il vero, come sempre, o quasi..

Leave a Reply