Guggenheim : Tributo all’Attacco al Museo dei Signori della Droga Sackler

_χρόνος διαβασματός : [ 3 ] minutes

 

L’attacco, o mega protesta, che avvenne al Museo Guggenheim dei Signori della Droga, Famiglia Sackler, a New York nel Febbraio del 2019 è stato qualcosa di epocale.

I Capostipiti Druglord Sackler

Questi bastardi Signori della Droga o Druglords hanno ucciso ad oggi 400000 Americani, 90% in età inferiore ai 40 anni…


Pochi conoscono i Sackler e la loro casa della Morte, chiamata Purdue Pharma, ossia la casa farmaceutica produttrice dell’Ossicodone, Oxycodone ed altri antidolorifici come: idromorfone, fentanil, codeina e idrocodone, aggiunti in farmaci come MS Contin, Oxycontin e Ryzolt.

Le droghe che la Purdue produce hanno creato decine e decine di migliaia di tossicodipendenti, soprattutto tra i giovani.
I farmaci più comunemente abusati e che l’azienda produce sono MS Contin e OxyContin.
Essendo farmaci masticabili, iniettabili e sniffabili sono largamente reperibili e fonte di overdose e morte. Oltre all’elevato potenziale di abuso tra le persone senza prescrizione, il rischio di dipendenza fisica e tolleranza nel breve o lungo periodo per i pazienti a cui sono stati prescritti e’ altissimo. Tuttavia, i forti farmaci analgesici restano indispensabili per i pazienti affetti da grave dolore acuto e da cancro in fase terminale.

La Purdue ha spinto aggressivamente i medici a prescrivere il farmaco, corteggiandoli con viaggi gratuiti ai seminari sulla gestione del dolore e impegni linguistici pagati, oltreche’ doni e regalie varie. Le vendite sono sempre salite. Il farmaco è stato commercializzato come “controllo del dolore regolare e prolungato per tutto il giorno e tutta la notte” se assunto su un programma di 12 ore e con un potenziale abuso inferiore rispetto all’ossido di zinco a rilascio immediato a causa delle sue proprietà di rilascio nel tempo anche se non c’erano prove scientifiche atte a sostenere tale conclusione.

Le nipoti sgualdrine della Famiglia dei signori della Droga Sackler

Tuttavia, all’inizio del 2000 sono emersi rapporti diffusi sull’abuso di OxyContin. Nel 2012, il New England Journal of Medicine ha pubblicato uno studio che ha rilevato che “il 76% di coloro che cercano aiuto per la dipendenza da eroina ha iniziato abusando di narcotici farmaceutici, principalmente l’OxyContin”, e ha tracciato una linea diretta tra la commercializzazione di OxyContin da parte di Purdue e la successiva epidemia di eroina negli Stati Uniti.


Un’indagine del Los Angeles Times del 2016 ha riportato che molti utenti dell’OxyContin non controllano adeguatamente il dolore, con conseguenti sintomi da astinenza tra cui l’intenso desiderio per il farmaco in misura direttamente non proporzionale al tempo di assunzione, vale a dire che se il farmaco e’ assunto ogni 24 ore, l’organismo lo metabolizzera’ in misura sempre crescente, chiedendo una nuova dose in tempi sempre minori. I giornalisti hanno suggerito che questo problema fornisce “nuove informazioni sul perché così tante persone siano diventate dipendenti”.

Andando a scavare nei documenti di Purdue e altri documenti, affermano che la Purdue era a conoscenza di questo problema ancor prima che il farmaco entrasse sul mercato.


L’OxyContin è diventato un farmaco di successo, famigerato. La Purdue ha aumentato i suoi guadagni da qualche miliardo nel 2007 fino a 31 miliardi di dollari nel 2016, e chiudera’ con 35 miliardi entro il 2017.
Secondo un articolo del New Yorker del 2017, la Purdue Pharma è di “proprietà di una delle famiglie più ricche d’America, con un patrimonio netto di tredici miliardi di dollari”.
Quindi attaccare le proprietà di questi porci è stato uno spasso, ed un successo planetario.
Trump aveva annunciato pubblicamente di poter attuare la pena di morte sui Signori della Droga, i Sackler sarebbero stati impiccati per i loro crimini se questa Legge fosse andata in porto insieme all’elezione di Donald J Trump. Chi ha votato Biden ha salvato i trafficanti di morte…
Washington Post:

L’amministrazione Trump sta studiando una nuova politica che potrebbe consentire ai pubblici ministeri di chiedere la pena di morte per gli spacciatori di droga, secondo le persone con conoscenza delle discussioni, un segnale che la Casa Bianca vuole fare una dichiarazione forte nell’affrontare la crisi degli oppioidi.
Il Presidente Trump la scorsa settimana ha suggerito l’esecuzione di spacciatori di droga come un modo per intaccare la dipendenza da oppioidi. Gli oppioidi hanno ucciso circa 64.000 persone nel 2016 e la crisi sta mettendo a dura prova i servizi sanitari e di emergenza locali.
Le persone che hanno familiarità con le discussioni hanno affermato che il Consiglio di politica interna del presidente e il Dipartimento di Giustizia stanno studiando possibili cambiamenti politici e che un annuncio finale potrebbe arrivare entro poche settimane. La Casa Bianca ha detto che un approccio potrebbe essere quello di rendere grandi quantità di fentanil – un potente oppioide sintetico – un crimine capitale perché anche piccole quantità di droga possono essere fatali. Anche i funzionari della Casa Bianca stanno studiando sanzioni più severe per i grandi trafficanti.

Leave a Reply