Governo : I Sauditi hanno Contatti Consolidati con Matteo Renzi, Ecco perchè vuole la Delega ai Servizi Segreti

In realtà la crisi di Governo è la crisi della nostra industria bellica e degli scenari creati dai Sauditi che con i loro soldi comprano da noi armi, donne e la Scala di Milano.

Vi spieghiamo…

Perchè Renzi vuole i Servizi Segreti

 
I Sauditi
L’Otto Ottobre del 2016 il villaggio di Deir Al-Hajari nello Yemen nord occidentale è stato bombardato dalle forze aeree Saudite. Furono uccise sei persone, un’intera famiglia, tra cui una madre incinta e quattro figli.
Dedico a questi innocenti, a questi miei fratelli e queste mie sorelle, anche a quello non nato, quest’articolo.
I missili che hanno ucciso questi martiri sono della RWM Italia S.p.A., cioè la filiale italiana della tedesca Rheinmetall. Ovvio che l’Italia li vende ai Sauditi ancora oggi, contravvenendo alla legge (185/90) che vieta di esportare armi a paesi in guerra. E i sauditi sono in guerra con lo Yemen da anni ormai.
Dal 2012 l’Italia si è impegnata a vendere armi ai Sauditi. Entrate pari a 63 milioni di euro in cinque anni. Un’offerta che nessuno può rifiutare.
E le armi vengono caricate in maniera copiosa nel porto di Genova sulla nave cargo saudita Bahri Yanbu.

Ma chi può contravvenire alla legge in Italia senza correre nessun pericolo?
I Servizi Segreti.
Tedeschi e Italiani che mangiano a sbafo sulla morte di povere persone,

che poi fuggono da questi scenari apocalittici venendo in Europa come Immigrati, se ne conclude che questa vendita spregiudicata di armi sia la causa primaria dell’Immigrazione stessa che in maniera massiccia invade l’Europa negli ultimi anni in flussi senza precedenti.
 
Il Ruolo di Matteo Renzi

Nell’Ottobre del 2016 il Premier Italiano indovinate chi era?
Matteo Renzi. Grande amico dei Sauditi.

FattoQuotidiano:

L’ex segretario del Pd era, scrive il Financial Times, tra i “cinque presidenti e i capi di alcune delle più grandi banche e industrie di armi del mondo” che si sono ritrovati nella capitale saudita per la terza edizione della cosiddetta “Davos del deserto” (un appuntamento disertato dai leader mondiali nel 2018, in conseguenza dell’assassinio del dissidente politico Jamal Khashoggi, delitto la cui volontà politica è stata attribuita al padrone di casa, il principe Mohamed Bin Salman).


Voglio ricordare che i Sauditi sono stati ritenuti responsabili per gli attentati dell’11 Settembre 2001 negli Stati Uniti da Giurie Federali, che hanno ucciso barbaramente giornalisti che criticavano le loro attività, come Jamal Khashoggi,

perpetrano crimini contro l’umanità in Yemen, fomentano il terrorismo dell’ISIS in chiave contro-Sciita e contro-Alawita,

negano sia il Turismo che l’integrazione multietnica e religiosa nel loro Stato,

Saudi King Salman bin Abdulaziz (L) shakes hands with Italy’s Prime Minister Matteo Renzi in Riyadh, November 9, 2015.

e sono promotori dello scontro culturale in Europa financo avallare gli attentati a sfondo religioso in varie nazioni europee.

Se si scoprisse che i Sauditi finanziano Italia Viva non dovreste allora rimanere sorpresi, questa non è la vita, questo è il mercato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *