Cinema : La Verità Nascosta Dietro Gioco di Morte, ed il Jeet Kune Do di Bruce Lee

_χρόνος διαβασματός : [ 3 ] minutes

 

Bruce Lee fu una rivoluzione nell’America razzista del Dopoguerra, la sua filosofia orientale spiazzò e convinse da lì l’intera platea mondiale.

Oggi esamineremo Game of Death, Gioco di Morte, il grande film incompiuto di Bruce.

Ad oggi esistono solo una manciata di note dal quarto film incompiuto di Lee e per 30 anni le voci ipotizzano molti miti e storie fantasy che vanno dalle pagode di 50 piani agli zombi che combattono Bruce. Purtroppo la verità è sconosciuta e dopo la morte di Bruce abbiamo quindi perso la trama per sempre, nemmeno lui, che ne era il regista, sapeva con certezza quali fossero i suoi piani finali per questo film. Ma possiamo dire da quello che abbiamo analizzato che questo era decisamente più di un normale film di arti marziali.

Lee intendeva usare questo film per istruire le persone che aveva erroneamente fuorviato con i suoi metodi o insegnamenti di arti marziali riassunte nel Jeet Kune Do, dato che il JKD non è uno stile di combattimento vero e proprio ma una filosofia su come diventare un tutt’uno con le arti marziali, come l’acqua che diventa la brocca.

Be Water my friend

Nel film Bruce indossa una tuta moderna, che non rappresenta uno stile, al contrario dei suoi avversari, è solo un uomo con una comoda tuta appariscente. Ciascuno dei guardiani della pagoda indossa un’uniforme tradizionale di arti marziali che rappresenta infatti lo stile scelto.

Si suppone che Lee volesse dimostrare che tutti gli stili di arti marziali hanno un punto debole.

Non puoi attenerti ad un solo stile in quanto è predittivo e meccanico come un robot. Segui il codice di una tradizione di 1000 anni e, come ha detto Lee, diventi un uomo meccanico, un robot.

Quindi questa è la base di ciò che intendeva mostrare una volta entrato nella pagoda. Sfortunatamente non ha mai completato il film e la filosofia del Jeet Kune Do è rimasta intrappolata solo nel ricordo di lotta scolastica, una disciplina tra le altre, per le masse.

Secondo alcuni ricercatori la trama di Game of Death, o Tower of Death, si può riassumere così:

Bruce è un campione di arti marziali in pensione chiamato Hai Tien. Un giorno si ferma in un aeroporto coreano con suo fratello e sua sorella ma mentre lui è al telefono vengono rapiti e a Bruce viene detto che deve entrare in una pagoda di cinque piani insieme ad altri 4 campioni di arti marziali per affrontare altri campioni delle stesse discipline. Il tutto viene studiato dalla Mafia locale con il fine di sbarazzarsi dei guardiani della Pagoda e rubare un tesoro che questi criminali ritengono si trovi in ​​cima alla pagoda.

Oltre al guardiano finale, interpretato da Kareem Abdul Jabbar, si suppone che Bruce dovesse continuare a salire e scovare il tesoro in modo da salvare la sorella, ma non sapremo mai qualcosa di più oltre questo. Possiamo solo ipotizzare.

Gli occhi alieni di Kareem dovevano avere qualche significato che si sarebbe scoperto solo se Bruce fosse stato in grado di completare il film. Un vero peccato.

I 35 minuti di filmato lasciano pochi indizi sull’intera sceneggiatura. E si narra che dopo Kareem avrebbe avuto luogo un altro combattimento con un Samurai mascherato, proprio come negli incubi del film biografico Dragon, La Leggenda di Bruce Lee

Curiosità

Molti della mia generazione negli anni 80 erano convinti, non so dove avessero attinto la loro informazione, che Bruce Lee fosse morto per via di un colpo di pistola caricato con un proiettile vero durante una ripresa, ma Bruce morì, per quel che si conosce, a causa di un’emoraggia cerebrale dovuta ad una reazione allergica.

Quindi, i miei amici raccontavano questa cosa molto prima che il figlio Brandon venisse realmente ucciso con un proiettile vero durante le riprese del film di Proyas “Il Corvo” che avvennero negli anni 90. Ricordo che negli anni 80 non avevamo Internet ma solo TV e giornali da quattro centesimi, o lire.

Unicode

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *