Arte nella Potenza dell’Anonimo : Il Maestro di Tavarnelle, Teseo e il Minotauro

_χρόνος διαβασματός : [ < 1 minute

 

Gran parte della nostra cultura è basata sull’arte letteraria, o visiva di anonimi, il cui ingegno e genio visionario supera il tempo e lo spazio e l’arte stessa in quanto tale.

La nostra civiltà è stata eretta su fondamenta gettate da anonimi…

Un’opera del Maestro Anonimo di Tavarnelle che mi affascina ed avendone le possibilità spenderei qualsiasi cifra per averla è sicuramente questa:

Non esiste altra perfezione guardandolo.

Ogni sua parte può sostare e definirsi un’opera d’arte a sè, il quadro tagliato e massacrato darebbe vita ad altri quadri immortali di una bellezza sconfinata.

Sublime.

Il quadro si trova a Ferrara a Palazzo dei Diamanti.

Wikipedia:

Si tratta di un anonimo pittore di stile ghirlandaiesco che prende il nome di Maestro di Tavarnelle dal dipinto raffigurante una Sacra Conversazione che ora è esposto nel Museo di Arte Sacra a Tavarnelle Val di Pesa. Alcuni critici lo ritengono un allievo e poi anche un collaboratore di Filippino Lippi. Da questa ipotesi deriva anche una seconda ipotesi riguardo al suo vero nome. Viene infatti identificato con Niccolò Cartoni che fu un assistente di Filippino alla fine del secolo XV.

Tra le opere che la critica attribuisce al pittore vi sono dipinti prevalentemente di soggetto sacro e mitologico, oggi esposti in vari musei e collezioni private d’Europa e d’America.

Secondo Federico Zeri, che accettava solo in parte le attribuzioni di gran parte della critica, il Maestro di Tavarnelle potrebbe avere un’origine francese e un diverso pseudonimo, ovvero quello di Maestro dei Cassoni Campana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *