Stati Uniti : Ennesima Montatura dei Media per l’Arresto e la Morte del Nero del Minnesota

_χρόνος διαβασματός : [ 2 ] minutes

 

Se uno vuole vomitare il pranzo, o non pranzare, (o stessa cosa con la cena) basta guardarsi i telegiornali su Rai Uno o canale 5, fatti da ignorantoni ma proposti come giornalisti, gente seria…

….la polizia uccide nero…è razzismo….omicidio a sfondo razziale della polizia…..si alzano le proteste negli Stati Uniti“, quante volte sentite questa merda dopo aver acceso la TV ?

Non vi mostrano MAI come sono andati i fatti, non vi siete mai chiesto perchè?

E’ umiliante per loro e fastidioso per noi scrivere tutti i fottuti giorni di questa merda, lo capite?

Ma non abbiamo scelta.

Quale coglione fuggirebbe mezzo ammanettato durante un arresto della polizia per poi sfracellarsi in un fosso o contro un albero?

Il video si apre con un poliziotto su entrambi i lati dell’auto, con una baldracca al lato del guidatore, in procinto di essere ammanettato.

Il video è la bodycam di un terzo ufficiale, che è il presunto assassino, cioè una donna poliziotto.

La donna poliziotto si avvicina e interrompe l’ufficiale che sta ammanettando il bravo ragazzo per comportarsi come se stesse facendo qualcosa di importante (cercando un’arma anche se il poliziotto lo aveva già fatto).

Avrebbe potuto aspettare 3-4 secondi se avesse davvero pensato che fosse necessario un secondo controllo, ma non lo ha fatto.

Durante questa interruzione il piccolo “innocente” ragazzo nero diventa un mini fugguasco, ha avuto una possibilità di fuga in pochi secondi:
È saltato al posto di guida e ha cercato di prendere il controllo del veicolo.
La donna poliziotto allora ha voluto rimediare alla sua scarsità di mestiere tirando fuori la sua “pistola taser” e ha urlato “Ti taso”, ma non era un taser ma una pistola vera e ha sparato al mini fuggiasco nero.

Che stronzata. Neanche in un film si penserebbe di far ridere le persone in questo modo.

Perché ha interrotto l’ufficiale maschio mentre ammanettava un noto criminale violento?

Questo descrive perfettamente quanto siano orribili le donne nei lavori tradizionali degli uomini. Vogliono sempre essere coinvolte negli affari degli uomini e spesso lo fanno con il pretesto di “aiutare”, ma fanno solo casini, e morti.

Comunque,
quella donna poliziotto è forse razzista? Quest’episodio cosa ha a che fare con il razzismo o con una presunta brutalità della polizia verso la gente di colore? Boh…

Perchè i telegiornali e i giornali non descrivono i fatti, i veri fatti, invece di scrivere di cose insensate, e moventi infondati, perchè?

Così hai nei media un pluripregiudicato violento al giorno che diventa un martire, e l’odio verso la polizia, cosa che sta già accadendo in Europa, la delegittimazione delle forze di polizia, l’anarchia

Ecco il martire dei media:

Ed ecco la Febbre non del sabato Sera ma della Giungla per celebrare il martire dei media:

Leave a Reply