Serbia : La Vera Storia del Conflitto Serbo-Bosniaco che I Media Come Sempre Hanno Mutilato

_χρόνος διαβασματός : [ 4 ] minutes

 

Andate a vaccinarvi in Serbia.

Fu Milosevic il Primo Presidente Europeo e Capo di Stato, prima del famigerato 11 Settembre 2001, a bombardare i campi dei terroristi della Jihad in quella che ormai si apprestava a diventare la EX-Jugoslavia, e cosa ha avuto in cambio?

Fu Milosevic a respingere la prima ondata e orda nemica islamica in Europa dalla fine del dopoguerra.

Fu Milosevic il primo a bombardare i campi di addestramento della Jihad sulle montagne dell’Ex Jugoslavia prima dell’11 Settembre 2001.

Questa e’ la vera Storia, non quella che i mass media vi hanno raccontato come i soliti semplici esecutori di ordini, ossia come sguatteri agli ordini delle potenze finanziarie di Wall Street, Parigi, Londra, Roma, Tel Aviv.

Per ricompensare chi difendeva l’Identità Europea i porci vassalli della Nato , come l’Italia, hanno prestato il fianco ai “Signori dell’Alta Finanza” per bombardare i Serbi, ricordate la Bonino che avallo’ l’attacco? Ricordate Massimo D’Alema che avallò l’attacco? Ricordate la Bonino insieme a George Soros?

Gli Alleati a Norimberga hanno stabilito un precedente barbaro: se perdi una guerra, verrai giustiziato o imprigionato per tutta la vita. 161 membri dell’esercito e dello Stato Serbo sono andati sotto processo per “crimini di guerra”, tuttavia nessuno dei vincitori ha mai pagato per i propri crimini.

Non c’è bisogno che paghino. Sappiamo tutti quanto sono gentili e premurosi i narcotrafficanti albanesi!

Le uccisioni e l’imprigionamento sono la rappresaglia quando un nemico si arrende, una condotta totalmente estranea alla tradizione occidentale di buona sportività e cavalleria. L’ultima figura a comportarsi in questo modo fu Genghis Khan, ma almeno non ebbe l’audacia di farlo nel nome dei “diritti umani”!

I coraggiosi serbi hanno combattuto contro un’incursione imperialista attivata dalla NATO attraverso i proclami dei suoi gangster narcotrafficanti bosniaci e albanesi.

Il generale Ratko Mladic è stata una delle figure chiave che ha guidato la Serbia in questa guerra multi-fronte per la sopravvivenza del suo popolo e della sua identità. Sapeva benissimo che era la Serbia contro il il resto del mondo e non gli importava, come Leonida il leggendario Re Spartano che difese la Grecia contro le immense armate persiane!

New York Times:

E’ stata la chiusura di uno dei più vergognosi capitoli di atrocità  e di salassi in Europa dalla seconda guerra mondiale. Con applausi dentro e fuori dal tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia, il generale Ratko Mladic, l’ex comandante serbo bosniaco, è stato condannato mercoledì per genocidio, crimini contro l’umanità e crimini di guerra. E’ stato condannato all’ergastolo. E’ stato l’ultimo importante affare per il tribunale dell’Aia prima che finisse un intero quarto di secolo dopo che molti dei crimini erano stati commessi.
Dal 1992 al 1995, il tribunale ha trovato, il signor Mladic, 75 anni, come il principale organizzatore militare della campagna per cacciare musulmani, croati e altri non-serbi dalle loro terre per dare una piu’ omogenea societa’ ai serbi bosniaci. L’anno più letale della campagna fu il 1992, quando 45.000 persone morirono, spesso nelle loro case, per le strade o in una serie di campi di concentramento. Altri sono morti durante l’assedio di Sarajevo, la capitale bosniaca, dove cecchini e bombardamenti terrorizzarono i residenti per più di tre anni, e nelle esecuzioni di massa di 8.000 uomini e ragazzi musulmani dopo che le forze del signor Mladic hanno invaso l’enclave di Srebrenica protetta dalle Nazioni Unite.

Erano musulmani, ed erano terroristi, ed erano andati via per le montagne da soli.

A un certo punto, il signor Mladic è scomparso dal tribunale, apparentemente per ricevere cure per un pericoloso aumento della pressione sanguigna. Al suo ritorno, ha iniziato a gridare alla corte in una disputa sulla sua pressione sanguigna.
“Tutto quello che dite è una bugia pura!” Ha urlato alla corte. I giudici hanno ordinato quindi che fosse rimosso. Nel pronunciare l’ergastolo, il giudice presidente, Alphons Orie, ha affermato che i crimini di Mladic “sono tra i più atroci conosciuti all’umanità”. Gli avvocati del sig. Mladic hanno affermato che faranno appello.

Se ad uccidere i musulmani sono gli americani e gli israeliani non esistono “crimini e criminali di guerra”, così come giornali e giornalisti che scrivano di questi.

Eccola la madonna americana dei diritti umani, quando le fu chiesto dei circa 500.000 bambini iracheni uccisi dal suo Regime affermò che ERA NECESSARIO:

Quando i miei fratelli musulmani sono uccisi dagli Americani e dagli Israeliani è tutto lecito, quando a farlo sono altri allora le cose cambiano.

Credi veramente a questa teoria del mostro Generale Mladic? Ecco cosa è successo veramente a Srebrenica.

Nel 1995, la NATO iniziò a lanciare attacchi aerei contro l’esercito serbo nell’ “Operazione Deliberate Force”. Le Nazioni Unite avevano precedentemente ordinato ai serbi di consegnare le loro armi a Sarajevo e la Nato cercò di imporre questo “ultimatum” con la forza.

Vogliamo ricordare che l’ONU applica tutti i tipi di sanzioni contro Israele, ma queste sono sempre ignorate, questo discorso non vale per tutte le rimanenti Nazioni di questo pianeta.

Comunque, in risposta a questa provocazione, Mladic attivò il suo esercito e guidò i “peacekeepers” delle Nazioni Unite a Srebrenica senza problemi. Quando la NATO e l’ONU si resero conto che i serbi non sarebbero stati intimiditi, iniziarono una massiccia campagna di schermaglie affermando che i Serbi avevano ucciso tutti i bosniaci deliberatamente, in modo che gli americani avrebbero potuto sostenere l’escalation. La verità  è che i bosniaci se ne sono semplicemente andati.

Un certo numero di testimoni, tra cui osservatori militari delle Nazioni Unite , concordano sul fatto che Srebrenica sia una menzogna e Mladic sia innocente.

Tutta la faccenda era una campagna di pubbliche relazioni ad hoc per ingannare il pubblico negli Stati Occidentali al fine di consentire il bombardamento umanitario delle case, delle scuole e degli ospedali serbi.

Il conflitto è finito e i soliti alleati dei bombardamenti indiscriminati hanno vinto la loro guerra, sia in quell’area, sia nel convincimento massivo e globale dell’opinione pubblica.

Una Serbia forte e unita si troverebbe naturalmente nella sfera russa e creerebbe nuove sfide per la NATO e il terrore di quella banda di gangster farabutti che tiene per le palle l’UE, agitando i vessilli di guerra contro la Russia. La Serbia era vista come un domino vitale da abbattere per cercare di isolare i russi.

La Serbia ha perso gran parte della popolazione maschile durante le guerre nei Balcani contro i turchi ottomani, la Serbia ha sempre difeso da secoli il lato sud-orientale dell’Europa dal barbaro e selvaggio avanzare degli Ottomani.

La piccola Serbia è sempre la stessa che combattè contro il grande Impero austro-ungarico tecnologicamente superiore fino a fermarlo. Questo è ciò che ha costretto la Germania a intervenire in quella che è nota a noi come la prima guerra mondiale.

Durante la campagna di bombardamenti della NATO del 1999, i Serbi abbatterono diversi bombardieri Stealth statunitensi da 100 milioni di dollari, ne trovarono uno tuttavia con un equipaggiamento sovietico antico. Questo è stato un duro colpo per gli yankee, si crede che lo abbiano costruito usando magneti e altre attrezzature comuni per provare “l’impossibile”.

Leave a Reply