Dundee, Scozia : Studentessa Punita Perchè Ha Affermato che Le Donne Nascono con la Vagina e Sono Più Deboli degli Uomini

 

Dopo che sarò portato a processo per aver fatto una semplice domanda non mi meraviglia più nulla, neanche che le donne non abbiano una vagina…..

DailyMail:

Una studentessa che ha affermato che le donne sono nate con genitali femminili e ha affermato che la differenza di forza fisica tra uomini e donne “era un dato di fatto” sta affrontando un’azione disciplinare dalla sua università.

Lisa Keogh, 29 anni, che studia legge presso l’Abertay University di Dundee, è stata segnalata ai capi universitari dai suoi compagni di classe dopo aver detto che le donne non erano fisicamente forti come gli uomini.

La studentessa matura, che è all’ultimo anno, sta ora affrontando un’indagine formale da parte dell’università per i commenti “offensivi” e “discriminatori”.

La madre di due figli ha detto di aver preso parte a un seminario video sul femminismo di genere e la legge quando ha sollevato preoccupazioni sulle donne trans che prendono parte alle arti marziali miste.
Lisa Keogh, 29 anni, che studia legge presso l’Abertay University di Dundee, in Scozia, deve affrontare un’indagine formale da parte dell’università per commenti ritenuti “offensivi” e “discriminatori”.

Dopo aver detto ai suoi compagni di classe che una donna che aveva il testosterone nel corpo per 32 anni sarebbe stata geneticamente più forte della donna media, la studentessa matura è stata accusata di chiamare le donne il “sesso debole”.

Ha detto al Times: ‘Ho pensato che fosse uno scherzo. Pensavo che non ci fosse modo che l’università mi perseguitasse per aver utilizzato il mio diritto legale alla libertà di parola “.

In seguito al dibattito, in cui la signora Keogh afferma di essere stata silenziata dal suo docente, la studentessa matura è stata accolta da una raffica di abusi da parte dei suoi compagni di classe.

La sig.ra Keogh, che è supportata da Joanna Cherry QC, l’SNP MP per Edinburgh South West, ha continuato: “Non intendevo essere offensiva, ma ho preso parte a un dibattito e ho delineato le mie opinioni sinceramente sostenute“.

Ha aggiunto: ‘Non ero meschina, transfobica o offensiva. Stavo affermando un fatto biologico di base.

La madre di due figli ora teme che le sue ambizioni di diventare avvocato possano essere messe a repentaglio dall’azione disciplinare della sua università.

L’incidente arriva appena un anno dopo che la docente di economia, la dott.ssa Eva Poen, è stata accusata di transfobia da studentesse femministe e LGBT in un tweet in cui diceva “solo le donne hanno le mestruazioni“.

La lite è scoppiata quando il dottor Poen ha risposto a un tweet di un utente di Twitter che diceva: “Non tutte le persone che hanno le mestruazioni sono donne. Non tutte le donne hanno le mestruazioni. Cambiamo la nostra lingua.

Il docente, che ha fermamente negato le accuse di transfobia, ha risposto: “Solo le donne hanno le mestruazioni. Solo le donne attraversano la menopausa.”

Nel 2018, lo studente docente Angelos Sofocleous, che era assistente redattore presso la rivista di filosofia della Durham University ‘Critique’, è stato licenziato in una discussione sulla transfobia dopo aver twittato che ‘le donne non hanno il pene’.

Il signor Sofocleous è stato licenziato dal suo incarico dopo soli tre giorni per aver scritto un tweet ritenuto “transfobico” da altri studenti.

Lo studente docente ha ritwittato un articolo di The Spectator sul suo Twitter intitolato “È un crimine dire che le donne non hanno il pene?“, Con il commento: “RT se le donne non hanno il pene”.

Chi processa la gente per aver fatto domande si deve vergognare, e questa storia che bisogna dare il controllo della nostra Società ai Trans condurrà alla guerra e farà versare tanto sangue di innocenti in tutto il mondo.

Le autorità adesso stanno veramente esagerando a permettere tutto questo schifo.

Il Marxismo non vincerà perchè se dovesse vincere l’estinzione della razza umana è quello che aspetta questo pianeta.

Fatevene una ragione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *