Vaccini : La Proteina Spike è Una Tossina e si Accumula nei Tessuti? Esperti Non Governativi Dicono di Si. Vecchia Scuola: Il Caso Margaret Thatcher

_χρόνος διαβασματός : [ 6 ] minutes

 

Prendete una persona come il Ministro Speranza. Ora pensate che sia lì a dirigere il Ministero della Salute perchè sia stato uno dei nostri più grandi ricercatori, scienziati, divulgatori scientifici, uomo di scienza, esperto anch’egli, membro di comunità accademiche e scientifiche. Invece è solo un tizio laureato a Scienze Politiche, la facoltà universitaria più cretina d’Italia.

Ricerca : Ingegneria Inversa del Codice Sorgente del Vaccino BioNTech-Pfizer SARS-CoV-2

…Pensavamo che la proteina spike fosse un ottimo antigene bersaglio, ma non avevamo pensato che potesse essere una tossina, una proteina patogena, stiamo inoculando le persone con una tossina, che si accumula nei tessuti degli organi, proprio come la proteina spike originale del virus Sars2.

Yeadon aveva ragione.

LiveSiteNews:

Una nuova ricerca mostra che la proteina spike del coronavirus dalla vaccinazione COVID-19 entra inaspettatamente nel flusso sanguigno, il che è una spiegazione plausibile per migliaia di effetti collaterali segnalati da coaguli di sangue e malattie cardiache a danni cerebrali e problemi riproduttivi, ha detto un ricercatore canadese di vaccini contro il cancro. settimana.

“Abbiamo commesso un grosso errore. Non ce ne siamo resi conto fino ad ora”, ha detto Byram Bridle, immunologo virale e professore associato presso l’Università di Guelph, in Ontario, in un’intervista con Alex Pierson giovedì scorso, in cui ha avvertito gli ascoltatori che il suo messaggio era “spaventoso”.

Pensavamo che la proteina spike fosse un ottimo antigene bersaglio, non abbiamo mai saputo che la proteina spike stessa fosse una tossina e fosse una proteina patogena. Quindi, vaccinando le persone, le stiamo inavvertitamente inoculando con una tossina“, ha detto Bridle nello show, che non si trova facilmente in una ricerca su Google ma è diventato virale su Internet questo fine settimana.

Bridle, un ricercatore di vaccini che ha ricevuto una sovvenzione governativa di $ 230.000 l’anno scorso per la ricerca sullo sviluppo del vaccino COVID, ha affermato che lui e un gruppo di scienziati internazionali hanno presentato una richiesta di informazioni all’agenzia di regolamentazione giapponese per ottenere l’accesso a quello che viene chiamato “studio sulla biodistribuzione”. .”

“È la prima volta che gli scienziati sono stati al corrente di vedere dove vanno questi vaccini a RNA messaggero [mRNA] dopo la vaccinazione”, ha affermato Bridle. “È un presupposto sicuro che rimanga nel muscolo della spalla? La risposta breve è: assolutamente no. È molto sconcertante”.

I ricercatori sui vaccini avevano ipotizzato che i nuovi vaccini mRNA COVID si sarebbero comportati come vaccini “tradizionali” e che la proteina spike del vaccino – responsabile dell’infezione e dei suoi sintomi più gravi – sarebbe rimasta principalmente nel sito di vaccinazione nel muscolo della spalla. Invece, i dati giapponesi hanno mostrato che la famigerata proteina spike del coronavirus entra nel sangue dove circola per diversi giorni dopo la vaccinazione e poi si accumula in organi e tessuti tra cui la milza, il midollo osseo, il fegato, le ghiandole surrenali e in ” concentrazioni piuttosto elevate” nelle ovaie.

“Sappiamo da molto tempo che la proteina spike è una proteina patogena. È una tossina. Può causare danni al nostro corpo se entra in circolazione”, ha detto Bridle.

La proteina spike SARS-CoV-2 è ciò che le consente di infettare le cellule umane. I produttori di vaccini hanno scelto di prendere di mira la proteina unica, facendo in modo che le cellule della persona vaccinata producano la proteina che, in teoria, evocherebbe una risposta immunitaria alla proteina, impedendole di infettare le cellule.

Un gran numero di studi ha dimostrato che gli effetti più gravi di SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID-19, come la coagulazione del sangue e il sanguinamento, sono dovuti agli effetti della proteina spike del virus stesso

Ciò che è stato scoperto dalla comunità scientifica è che la proteina spike da sola è quasi interamente responsabile del danno al sistema cardiovascolare, se entra in circolazione”, ha detto Bridle agli ascoltatori.

Gli animali da laboratorio a cui è stata iniettata la proteina spike purificata nel loro flusso sanguigno hanno sviluppato problemi cardiovascolari ed è stato anche dimostrato che la proteina spike attraversa la barriera ematoencefalica e causa danni al cervello.

Un grave errore, secondo Bridle, era la convinzione che la proteina spike non sarebbe sfuggita alla circolazione sanguigna. “Ora, abbiamo prove evidenti che i vaccini che producono le cellule nei nostri muscoli deltoidi producono questa proteina – che il vaccino stesso, più la proteina – entra nella circolazione sanguigna”, ha detto.

La FDA ha avvertito del pericolo della proteina spike

Il reumatologo pediatrico J. Patrick Whelan aveva avvertito un comitato consultivo sui vaccini della Food and Drug Administration del potenziale per la proteina spike nei vaccini COVID di causare danni microvascolari causando danni al fegato, cuore e cervello in “modi che non sono stati valutati nelle prove di sicurezza”.

Mentre Whelan non ha contestato il valore di un vaccino contro il coronavirus che ha funzionato per fermare la trasmissione della malattia (cosa che nessun vaccino COVID in circolazione ha dimostrato di fare), ha detto, “sarebbe enormemente peggio se centinaia di milioni di persone dovessero subire danni di lunga durata o addirittura permanenti al loro cervello o al microcircolo cardiaco a causa della mancata valutazione a breve termine di un effetto indesiderato dei vaccini a base di proteine ​​a punta intera su altri organi”.

La proteina spike associata al vaccino nella circolazione sanguigna potrebbe spiegare la miriade di eventi avversi segnalati dai vaccini COVID, inclusi i 4.000 decessi fino ad oggi e quasi 15.000 ricoveri, segnalati al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) del governo degli Stati Uniti a partire dal 21 maggio 2021. Poiché si tratta di un sistema di segnalazione passivo, queste segnalazioni sono probabilmente solo la punta di un iceberg di eventi avversi poiché uno studio di Harvard Pilgrim Healthcare ha rilevato che meno dell’uno percento degli effetti collaterali che i medici dovrebbero segnalare nei pazienti dopo la vaccinazione sono infatti segnalati a VAERS.

Sebbene Bridle non lo abbia citato, un rapporto del VAERS descrive un bambino allattato al seno di cinque mesi la cui madre ha ricevuto una seconda dose del vaccino di Pfizer a marzo. Il giorno seguente, il bambino ha sviluppato un’eruzione cutanea ed è diventato “inconsolabile”, ha rifiutato di allattare e ha sviluppato la febbre. Il rapporto afferma che il bambino è stato ricoverato in ospedale con una diagnosi di porpora trombotica trombocitopenica, una rara malattia del sangue in cui si formano coaguli di sangue nei piccoli vasi sanguigni in tutto il corpo. Il bambino è morto.

La nuova ricerca ha anche “serie implicazioni per le persone per le quali la SARS Coronavirus 2 non è un patogeno ad alto rischio, e questo include tutti i nostri bambini”.

Effetto su fertilità e gravidanza?

Anche l’elevata concentrazione di proteine ​​spike riscontrate nei testicoli e nelle ovaie nei dati segreti Pfizer rilasciati dall’agenzia giapponese solleva interrogativi. “Renderemo sterili i giovani?” ha chiesto Briglia.

Segnalazioni di disturbi mestruali da parte di donne che si erano vaccinate contro il COVID-19 e centinaia di segnalazioni di aborto spontaneo in donne in gravidanza vaccinate, nonché di disturbi degli organi riproduttivi negli uomini.

 

Questa storia mi ricorda gli anni della Thatcher.

Pochi fortunati tra voi lettori provengono dagli anni 80, l’ultima mitica era del XX° secolo, una hyperborea del tempo.

La Thatcher, al contrario di Speranza, era una vera esperta di scienze, laureata in Chimica, e solo successivamente in Giurisprudenza.

La prima laurea le tornò utile quando dovette affrontare le rivolte in Irlanda del Nord.

Fu lei a studiare un piano ben congegnato per silenziare il dissenso in quella regione.

Ordinò di addizionare all’acqua potabile un composto chimico chiamato fluoruro, si trova in piccola percentuale anche nei nostri comuni dentifrici, è altamente tossico, usato per uccidere microbi e batteri, ma alla lunga, se accumulato nel corpo umano, porta danni cerebrali, calcificazione dell’ipofisi accelerata, quindi un cervello umano semi-atrofizzato sicuramente dissentirà molto, molto meno.

Il fluoro è un alogeno, l’alogeno più leggero e anche l’elemento più elettronegativo che esista sulla faccia della Terra, un gas biatomico giallo pallido in condizioni standard. Quasi tutti gli altri elementi, inclusi alcuni gas nobili e composti, contengono fluoro. Il fluoro sugli esseri umani produce effetti tranquillizzanti in quanto aumenta drammaticamente il processo di calcificazione della ghiandola pineale, è causa di “rallentamento nella risposta cinetica” e “ritardata comprensione dell’input e output del mondo circostante”, fondamentalmente “ritardo in un risposta adeguata adeguata alle interazioni umane quotidiane e basilari con il loro ambiente”, riassumendo: rende gli esseri umani come bambini ritardati o anziani dementi.
Si pensa che la progressiva calcificazione della ghiandola pineale possa essere avvertita quando i sogni non possono essere ricordati, né profondi, né mattutini, ma soprattutto si ha una totale scomparsa dell’aspetto vivido e colorato delle funzioni oniriche.

Pertanto un danno alla ghiandola pineale provocherebbe una notevole e impressionante diminuzione delle funzioni intellettive e cognitive, e danni alla memoria di breve e lunga durata, non ultimo, danni al sistema nervoso centrale.

La Thatcher, che donna, che portamento, posso dire che è stata proprio Lei la precorritrice delle donne moderne in carriera, con tutto che per nessuno di loro sarà mai facile eguagliarla, la Thatcher ha dato inizio al ruolo della donna moderna del XXI° Secolo così come Jack lo squartatore ha dato inizio al XX° Secolo.

Anche la CIA si interessò alle ghiandole pineali come opzione per dissolvere il dissenso.

Wikileaks:

FROZEN PENGUIN PINEAL GLANDS WILL BE SHIPPED PA 204 ETD BUENOS AIRES AUGUST 3 TO NEW YORK, AND NATIONAL 62 ARRIVING BOSTON AUGUST 4 AT 1330 P.M. AWB NO. 02651794035. FREIGHT COLLECT. KREBS NOTE BY OC/T: PASSED ABOVE ADDRESSEE. UNCLASSIFIED

Mi sarebbe piaciuto se Speranza avesse detto queste cose, o avrebbe aperto un dibattito su queste cose.

Dimostrateci che siamo sbagliati in questo.

Leave a Reply