Lifeless Planet, Il Simbolo dell’Astronauta Disperso su Un Pianeta Comunista Senza Vita

 

Lo giocai nel 2015, e mi appassionò fin dalle prime scene, specialmente perchè non avevo chiari i comandi, tutto mi apparve capovolto e fuori controllo, come fossi un vero astronauta là fuori, precipitato chissà dove…

Wiki:

Lifeless Planet è un videogioco di tipo avventura dinamica a tema fantascientifico del 2014.

In un futuro prossimo: parte la prima missione umana verso un pianeta extrasolare, dove i dati inviati da una sonda mandata in precedenza indicavano un pianeta florido e rigoglioso, praticamente un gemello della Terra. L’equipaggio dell’astronave è composto da tre uomini. Qualcosa va male e l’atterraggio sul pianeta non è dei migliori, inoltre il pianeta si rivela una terra arida e desolata, inadatto alla vita che ricorda molto il pianeta Marte.

Si inizia con il giocatore che si accorgerà che gli altri membri dell’equipaggio sono spariti nel nulla con il personaggio solo e con l’aria nel serbatoio della tuta pressurizzata in esaurimento…

Con il proseguire della storia si sveleranno tutti i segreti del pianeta alieno e le vicende prenderanno vie sorprendenti e inaspettate.

E’ stato coinvolgente.

Ricerca dell’ossigeno, e della verità, su un pianeta alieno ma che si scopre già colonizzato in passato dai Sovietici, dai Comunisti,

ed ora una vuota landa desolata.

Credo di averlo completato in una settimana, e dopo mi sono congratulato con lo sviluppatore che ha ricambiato.

Il tema dell’astronauta disperso su un pianeta alieno è stato più volte ripreso nelle ultime decadi da Hollywood, dai film su “disperate” e “improvvisate” prime colonie su Marte ad Ad Astra

Come la ricerca dell’ossigeno risolvendo puzzle e rebus

Ma tornando al gioco, quello che mi ha veramente ispirato da questa avventura è aver assolto, seppur simulando, il compito, inteso come missione, che ogni essere pensante dovrebbe avere in mente sempre.

Il gioco è stato originariamente progettato per essere un platform d’azione, ma con l’espandersi dello sviluppo della storia, lo sviluppatore David Board ha scelto di rifocalizzare il gioco per centrare la storia.[6] Il gioco è ispirato ai classici giochi di avventura tra cui The Dig di LucasArts e il gioco platform Another World, nonché ai film B di fantascienza della Guerra Fredda.[6] Board ha affermato che mirava al gioco per trasmettere “il senso combinato di ottimismo e terrore di ciò di cui la scienza era capace nelle mani dell’umanità”

Ovunque andremo ed arriveremo le nostre emozioni non cambieranno e potranno solo amplificarsi e rivelarsi destino.

I pochi fortunati di voi che lo giocheranno, o che lo hanno giocato, fino alla fine capiranno il perchè dal finale.

Goodbye Lifeless Planet….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *