Pandemia e Vaccini : Le Percentuali di Absolute Risk Reduction (ARR) dei Vaccini mRNA Smentiscono La Narrativa Dell’Establishment Mediatico

_χρόνος διαβασματός : [ 4 ] minutes

 

Ok, qui è la cosa…Ieri mi ero convinto a farmi il vaccino, colpito dalle notizie di individui indecisi morti dopo aver contratto l’infezione ma…

Ma…se invece sarebbero morti dopo aver avuto il vaccino mRNA inoculato avrebbero fatto più notizia di due righe di articolo mediatico nel fondo di una pagina?

Perchè ho rifiutato ancora una volta l’idea di vaccinarmi.

La risposta è riassumibile in una singola parola : CENSURA.

Le mie domande vengono costantemente censurate dal DailyMail, e da tutti gli altri giornali a seguire. O non sanno un cazzo di scienza, o hanno ordine di non rispondere e censurare qualsiasi teoria che va contro la narrativa (mutevole) ufficiale.

Prima di arrivare ai dati scientifici, e alle politiche, voglio far notare che sui giornali adesso compaiono notizie sui bambini infetti che vengono ospedalizzati per Covid-19.
Prima i giornali dicevano che erano al più immuni se non aventi patologie più o meno serie.
Ma questo cambiamento di rotta, come sapete, è solo uno dei cento che sono avvenuti in corsa, a partita iniziata.

Dallo studio dei test condotti con i vaccini più conosciuti ed attualmente somministrati nell’80% o più del globo e con placebo sono venute fuori cose veramente bizzarre…

Lancet (Rev. June 11 2021):

Approximately 96 COVID-19 vaccines are at various
stages of clinical development.

1
At present, we have the interim results of four studies published in scientifc journals (on the Pifzer–BioNTech BNT162b2 mRNA vaccine,
2
the Moderna–US National Institutes of Health [NIH] mRNA-1273 vaccine,
3
the AstraZeneca–Oxford ChAdOx1 nCov-19 vaccine,
4
and the Gamaleya GamCovidVac [Sputnik V] vaccine)
5
and three studies through the US Food and Drug Administration (FDA) briefng documents (on the Pfizer–BioNTech, Moderna–NIH, and Johnson & Johnson [J&J] Ad26.
COV2.S vaccines).

Furthermore, excerpts of these results have been widely communicated and debated through press releases and media, sometimes in misleading ways.
Although attention has focused on vaccine efficacy and comparing the reduction of the number of symptomatic cases, fully understanding the efficacy and effectiveness of vaccines is less straightforward than it might seem. Depending on how the effect size is expressed, a quite different picture might emerge (figure; appendix).

Vaccine efficacy is generally reported as a relative risk reduction (RRR). It uses the relative risk (RR)—ie, the ratio of attack rates with and without a vaccine—which is expressed as 1–RR. Ranking by reported efficacy gives relative risk reductions of 95% for the Pfzer–BioNTech, 94% for the Moderna–NIH, 91% for the Gamaleya, 67% for the J&J, and 67% for the AstraZeneca–Oxford vaccines.

However, RRR should be seen against the background risk of being infected and becoming ill with COVID-19, which varies between populations and over time.
Although the RRR considers only participants who could benefit from the vaccine, the absolute risk reduction (ARR), which is the difference between attack rates with and without a vaccine, considers the whole population.
ARRs tend to be ignored because they give a much less impressive effect size than RRRs: 1·3% for the AstraZeneca–Oxford, 1·2% for the Moderna–NIH, 1·2% for the J&J, 0·93% for the Gamaleya, and 0·84% for the Pifzer–BioNTech vaccines.

Non so se volete che ve lo traduca, potete usare un fottuto traduttore. Ma vi dirò che significa.

Significa che i test di questi famosi e famigerati vaccini condotti ad ampio spettro sulla popolazione (individui di ogni classe, età, etnia, varia condizione fisica), hanno portato a concludere che l’efficacia di questi c.d. vaccini, o farmaci mRNA, contro il Sars2 è la seguente:

PFIZER: 0.8%

JANSSEN: 1.2%

MODERNA: 1.2%

ASTRAZENECA: 1.3%

TimesofIsrael:

A quattordici israeliani è stato diagnosticato il COVID-19 nonostante siano stati inoculati con una terza dose di vaccino COVID-19, secondo i dati del Ministero della Salute riportati domenica da Channel 12 News.
Secondo la rete, due dei contagiati dopo aver ricevuto la vaccinazione di richiamo sono stati ricoverati in ospedale.
Non è stato immediatamente chiaro se i 14 abbiano contratto il virus prima o dopo aver ricevuto il richiamo. Tali casi sporadici non sarebbero sufficienti per i funzionari medici per trarre conclusioni sull’efficacia generale della terza dose nel combattere la variante Delta della malattia.

Undici dei 14 casi avevano più di 60 anni e i restanti tre erano individui immunocompromessi sotto i 60 anni, ha affermato la rete. I due ricoverati avevano più di 60 anni.

Vorrei solo tornare a considerare la stragrande maggioranza di individui che una volta infetti hanno solo avuto i vari sintomi che conosciamo, e che abbiamo sempre conosciuto dopo le tante volte che abbiamo contratto infezioni virali come influenze e simili, ad esempio non aver gusto, non percepire gli odori, etc. A me è sempre capitato dopo grandi influenze con grandi raffreddori e grande tosse.

Ricordo che durante gli anni del Liceo contrassi un virus che mi provocò febbre alta da allucinazioni per 5 giorni, vomito verde a tutte le ore. Se avessi contratto oggi lo stesso virus e se avessi avuto gli stessi problemi di allora avrei subito pensato e detto : è brutale, se fosse esistito un vaccino lo avrei assunto per evitare di stare così male.

Quando siamo deboli ci aggrappiamo a qualsiasi appiglio, è la legge inesorabile della nostra natura.

Ma ancora… non sono un No Vax, ho detto che voglio vaccinarmi, ma voglio iniettato il Covivac, si trova in Russia, importatelo e finalmente mi inietterò il vero virus per la felicità dei miei anticorpi, e forse del Governo.

E ripeto non sono uno scienziato, mi piace solo leggere, e fare domande, anche se oggi per una domanda puoi finire sotto processo o linciato.

Perchè i grandi scienziati  (al più attricette da cabaret, modelle soft porn, e cantanti falliti) che promuovono nei media i vaccini mRNA non mi spiegano perchè non sanno che un po’ di zinco e NAC provocano l’apoptosi nei picchi S1 e S2? Perchè non sanno che il mutageno dell’mRNA che finge di essere un “vaccino” è geneticamente modificato in modo che i picchi S2 vivano indefinitamente mentre il “vaccino” replica queste cellule spike, facendo sì che il tuo corpo tagli a pezzi i tuoi stessi organi dall’interno verso l’esterno?

Il mio sistema immunitario può gestire il comune raffreddore con alcune vitamine e minerali, forse un po’ di ivermectica, quercetina e nicotina. Ma non posso combattere una tempesta di citochine geneticamente modificate appositamente progettata per farmi del male.

Per quanto riguarda lo studio sui gruppi che esitano a farsi iniettare questi farmaci mRNA abbiamo:

University of Pittsburgh _Luglio 2021:

La più grande diminuzione dell’esitazione tra gennaio e maggio per gruppo di istruzione è stata in quelli con un’istruzione superiore o inferiore. L’esitazione è rimasta costante nel gruppo più istruito (quelli con un dottorato di ricerca); a maggio i dottorandi erano il gruppo più titubante. Mentre l’esitazione al vaccino è diminuita praticamente in tutti i gruppi razziali, i neri e gli abitanti delle isole del Pacifico hanno avuto le diminuzioni maggiori, unendosi agli ispanici e agli asiatici per avere un’esitazione al vaccino inferiore rispetto ai bianchi a maggio.

L’esitazione è rimasta costante nel gruppo più istruito, cioè i laureati.

Grazie, Vostro Onore , ho concluso.

Leave a Reply