Libertà e Social : La Vittoria dell’Emirato Islamico dell’Afghanistan Inchioda Come Falsa La Narrativa della Stampa Occidentale

_χρόνος διαβασματός : [ 2 ] minutes

 

Non è un ritorno dei talebani, loro sono sempre stati lì, nella loro terra. Piuttosto adesso hanno una Voce Internazionale che prima non avevano, e sono cresciuti anche mediaticamente ed anche un pò evoluti socialmente…non diversi dai nostri mentecatti delle Elite…

Le donne negli eserciti occidentali ancora subiscono umiliazioni, ingiustizie, perfino stupri. Non cosa diversa dalla Sharia Islamica, esistono fenomeni come il femminismo che sono ancora in seno alle società occidentali per chiedere pari diritti per donne e uomini, ma i giornali inquadrano i talebani come i soli ad escludere la donna nei punti chiave della società.

Durante la conferenza stampa sulla vittoria di Kabul, a un portavoce dei talebani è stato chiesto se il loro nuovo governo avrebbe onorato la libertà di parola, così costui ha risposto: “Questa domanda dovrebbe essere posta a quelle persone che affermano di essere promotori della libertà di parola, che non consentono la pubblicazione di tutte le informazioni. In effetti, posso chiedere a quella società di Facebook. Questa domanda dovrebbe essere posta a loro”.

Così facebook, così twitter. I social censurano e negano il diritto alla libertà di parola. Ne sono testimone. In centinaia di migliaia ormai ne siamo testimoni.

Ma ancora i giornalisti sguatteri fanno credere alla gente che siano solo i talebani a negare diritti come quelli alle donne, quello alla libertà di parola, alla libertà religiosa, stampa, etc.

L’Occidente va a fare la morale agli altri, dice che promuove la libertà di parola, ma in realtà le idee e i discorsi che vanno contro sè stesso vengono perseguiti, l’Occidente, quale governato da un’Entità Marxista Mafiosa Planetaria, censura i dissidenti e questi vengono perseguitati nei tribunali, condannati, banditi, sorvegliati, vengono licenziati, i loro diritti fondamentali vengono meno, le loro cose vengono sequestrate, le loro vite private date in pasto alle masse, proprio come in Afghanistan.

I marxisti sostengono la censura, dall’alto del loro Capitale al basso della loro manovalanza nelle copisterie e nei palinstesti televisivi dell’immonda stampa e delle sue agenzie di comunicazione.

Come si comportano fuori così si comportano dentro.

Credono di essere migliori dei Talebani che IMPONGONO i loro dettami alla popolazione quando fanno le stesse cose che fanno i secondi, modalità diverse risultato identico, silenziamento ed espulsione, SEQUESTRO e BAVAGLIO, che equivalgono alla morte di un individuo.

Anche in questo preciso momento con le Vaccinazioni di massa, le Elite mafiose marxiste   IMPONGONO LA LORO VOLONTA’.

Sono solo degli ipocriti buffoni corrotti dal denaro imperiale…

Leave a Reply