Pandemia : IL CDC Americano Ammette che L’Efficacia dei Vaccini mRNA Sta Decrescendo; L’Esperimento di Richter

_χρόνος διαβασματός : [ 5 ] minutes

 

Giorni di peste nera per chi ci vuole fare credere che tutto questo finirà dopo che tutti saremo vaccinati con i vettori mRNA, dato che tanti umani non si credono affatto ratti, ancora malgrado tutto.

McLeane venga subito nel mio ufficio….

USA.today:

Secondo una nuova ricerca dei Centers for Disease Control and Prevention, l’immunità a COVID-19 dai vaccini potrebbe diminuire nel tempo man mano che la variante delta altamente contagiosa si diffonde in tutto il paese.

Uno studio pubblicato martedì ha mostrato che l’efficacia del vaccino è diminuita tra gli operatori sanitari che sono stati completamente vaccinati dal momento in cui la variante delta si è diffusa, il che potrebbe essere dovuto alla diminuzione dell’efficacia del vaccino nel tempo, alla maggiore trasmissibilità della variante delta o ad altri fattori, hanno detto gli esperti.

Il CDC ha affermato che la tendenza dovrebbe anche essere “interpretata con cautela” perché un calo dell’efficacia del vaccino potrebbe essere dovuto alla “scarsa precisione nelle stime a causa del numero limitato di settimane di osservazione e delle poche infezioni tra i partecipanti”.

Un secondo studio ha rilevato che circa un quarto dei casi di COVID-19 tra maggio e luglio a Los Angeles erano casi rivoluzionari, ma che i ricoveri erano significativamente inferiori per coloro che erano stati vaccinati. Le persone non vaccinate avevano più di 29 volte più probabilità di essere ricoverate in ospedale rispetto alle persone vaccinate e circa cinque volte più probabilità di essere infettate.

Gli studi mostrano l’importanza di essere completamente vaccinati, perché il beneficio di essere vaccinati quando si tratta di ricovero in ospedale non è diminuito nemmeno con la recente ondata, Dr. Eric Topol, professore di medicina molecolare e vicepresidente per la ricerca presso lo Scripps Research Institute , ha detto a USA TODAY.


Secondo la Casa Bianca, una dose di richiamo dovrebbe essere disponibile per gli americani completamente vaccinati che hanno ricevuto la loro seconda dose almeno otto mesi prima dell’inizio del 20 settembre.

È troppo lungo da aspettare, ha detto Topol. Sulla base della ricerca, Topol ha affermato che l’immunità potrebbe iniziare a diminuire intorno ai cinque o sei mesi, lasciando le persone vaccinate più vulnerabili alle infezioni.

“Se aspetti fino a otto mesi, sei vulnerabile per due o tre mesi mentre il delta è in circolazione. Qualunque cosa tu stia facendo nella vita, a meno che tu non viva in una grotta, stai ottenendo esposizioni incrementali”, ha detto Topol.

Ho visto commenti così stupidi sui social di mezze seghe che inneggiano a Burioni come ad un Dio…
ma la società è capovolta, è la società distopica di Brazil, dove tutti sono pazzi e l’unico normale è visto come il nemico dell’umanità pazzoide…

Comunque,
pensiamo ad Israele, più del 60% vaccinato con seconda dose, ed ora:

RT.com:

Covid-19 è qui per rimanere, il che significa che le maschere e gli scatti di Booster potrebbero essere richiesti per gli anni a venire, il Coronavirus Czar di Israele, Salman Zarka, ha dichiarato mentre ha riconosciuto gli errori fatti dal governo nell’affrontare la pandemia.

Israele sta attualmente attraversando un’ondata in infezioni da Covid-19, con il paese che riportano quasi 200 morti correlati ai virus la scorsa settimana e il numero di ricoveri e casi seri che continuano a crescere ogni giorno.

E le autorità israeliane non sono senza colpa per questa “quarta onda” della pandemia mentre lasciano la guardia dopo che la loro massiccia campagna di vaccinazione ha visto il numero di casi della malattia che cade a quasi zero nella fine della primavera, ha detto Zarka in un Intervista, pubblicata dai tempi di carta Israele martedì.

“Due mesi fa, dopo aver celebrato la vittoria contro il virus e siamo tornati alla nostra vita normale, abbiamo chiuso alcuni servizi [medici] e abbiamo creduto che abbiamo vinto la guerra. Abbiamo smesso di cercare di spiegare e spingere [il non vaccinato] per avere la vaccinazione “, ha sottolineato.

Sembra che alcuni errori fossero fatti quando pensavamo di aver vinto la guerra, e ora capiamo che abbiamo vinto solo la battaglia, la guerra è ancora qui.

Più del 60% degli israeliani sono già stati completamente vaccinati con il PFizer Jab, ma il funzionario responsabile della lotta del paese contro il Coronavirus ritiene che non sia abbastanza.

“Dobbiamo continuare e spiegare e spingere tutte le persone a essere vaccinato”, ha insistito.

A causa di quel momento di parentesness e informazioni insufficienti su Covid-19, che è un “nuovo virus”, ha finito Israele per essere accecato dalle sue nuove mutazioni più contagiose che infettano anche quelle vaccinate, Zarka, che divennero virus czar a metà luglio, riconosciuto.

“Abbiamo pensato in base a ciò che sappiamo della virologia che Covid-19 si comporterebbe come influenza o altri virus, ma sfortunatamente il delta ci ha sorpreso nel breve periodo di tempo.”

Ma il funzionario ritiene che i medici abbiano purtroppo più del tempo per studiare il virus, suggerendo che “Covid-19 è qui e rimarrà qui, e potremmo dover prendere una maschera per molti mesi e forse anni”.

“Il mondo è stato cambiato da questo virus” e il popolo in Israele e altrove non avrebbe avuto altra scelta, ma per capire come coesistere con esso, ha aggiunto.

Alcune restrizioni dovrebbero essere introdotte, ma Zarka ha escluso la possibilità di bloccare i blocchi della coperta come l’anno scorso, dicendo che era “un’opzione facile” che ha danneggiato troppo la gente.

“Sembra che se apprendiamo le lezioni della quarta ondata, dobbiamo considerare la [possibilità delle onde successive] con le nuove varianti, come la nuova del Sud America”, ha sottolineato Zarka. “E pensando a questo e al declino di efficacia dei vaccini e degli anticorpi, sembra ogni pochi mesi – potrebbe essere una volta all’anno o cinque o sei mesi – avremo bisogno di un’altra dose.”

Zarka sta attualmente sorvegliando una campagna di booster di vasta scala che ha già visto 1,4 milioni di israeliani ottenendo la loro terza dose”Le persone con la terza dose hanno meno rischio di ammarlarsi”, ha detto, esprimendo speranza che i casi scenderanno finalmente dopo che le persone prenderanno i booster.

Il ministero della salute israeliana ha riferito di 9.831 nuovi casi di Coronavirus il martedì – il numero più alto registrato nel paese da gennaio. Più di 660 pazienti erano in terapia intensiva, di cui 162 sui ventilatori.

Kurtzmann che mi dici di quello che sta avvenendo in Israele?

McLeane sono rovinato….mi aiuti McLeane…

Nessuno aveva chiara l’idea di cosa questi vaccini fossero fino a quando le cose, morto dopo morto, sono diventate più chiare. Come ha dichiarato il capo della Divisione di Oxford di Astrazeneca questi vaccini mRNA non sono come i vaccini tradizionali , ad esempio quello contro il morbillo, non prevengono l’infezione e non impediscono di infettare. Israele che fu fin da subito al top delle vaccinazioni ora si scopre impotente dopo che in centinaia già vaccinati sono in condizioni critiche ogni settimana.

Nessuno crede che questa pandemia finirà se l’intero pianeta si vaccinerà con i farmaci mRNA, o vaccini mRNA. O meglio, nessun essere intelligente che abbia studiato la scienza.

Io l’ho studiata. I giornalisti no. Hanno un diplima di liceo classico, o magistrale, e poi hanno conseguito qualche laurea in lettere o di giornalismo spicciolo.
Che cazzo ne devono sapere di scienza?

Ad esempio, questa storia dei vaccini mRNA che perdono potenza, ma poi la riacquistano con un’altra dose, mi ricorda tanto, tantissimo, l’esperimento della resistenza all’affogamento dei ratti di Curt Richter.

Nel 1950 Curt Richter, già professore universitario di fama nazionale, condusse un orripilante ed orrido esperimento sui ratti per testare la loro resistenza alla morte.
Il professor Richter mise una dozzina di ratti in recipienti abbastanza larghi e riempiti per metà d’acqua. I ratti ovviamente non potevano arrampicarsi su una superficie liscia e nemmeno avere appigli per saltare via.
Dopo 15 minuti i primi andarono giù, ma Richter li salvò, asciugò, e li rimise di nuovo dentro l’ “esperimento” e con grande sorpresa i ratti incominciarono a resistere più a lungo.
Si passò da un massimo di 60 ore di fiera e sportiva resistenza all’annegamento a un picco record di 81 ore.

I ratti capirono che sarebbero stati salvati nel tempo X e malgrado quel tempo X continuava ad allungarsi la loro “fiducia” nell’essere salvati veniva, seppur tardivamente, ripagata.

Erano VIVI nonostante tutto, VIVI per VIVERE giusto un’altra singola ora, di agonia, di costrizione, di restrizione di…lockdown.

Da questo racconto possiamo scrutare un insondabile futuro potenziale, e chi si vuol vaccinare si vaccini.

Leave a Reply