Geologia, La Palma, Canary Islands : La Caldera de Taburiente Presenta Fenomeni Riconducibili Ad Un Imminente Collasso

_χρόνος διαβασματός : [ 2 ] minutes

 

Spero potranno riprendere il Mega Tsunami da tutte le angolazioni, oggi abbiamo i droni.

Più o meno sta per accadere quello che successe al Monte St Helens decadi fa..

Solo che in questo caso, nel caso di La Palma, lo smottamento gigante farà precipitare la massa in mare creando un effetto a catena, come un’esplosione nucleare creerà onde titaniche in tutte le direzioni.

Wiki:

In un programma trasmesso dalla British Broadcasting Corporation BBC Horizon Broadcast Broadcast il 12 ottobre 2000, due geologi (Giorno e McGuire) hanno citato questa crepa come prova che la metà del Cumbre Vieja si era trasferita verso l’Oceano Atlantico (giorno et al.; 1999, [ 9] e reparto e giorno, 2001 [10]). Postulano che questo processo è stato guidato dalla pressione causata dall’acqua di riscaldamento magma in aumento intrappolato all’interno della struttura dell’isola. Ipotizzano che durante una futura eruzione, il fianco occidentale del Cumbre Vieja, con una massa di circa 1,5 x1015 kg, potrebbe scivolare nell’oceano. Questo potrebbe quindi generare un’onda gigante, definita “megatsunami”, che si assesterebbe intorno tra 650 m (2.133 piedi) e 900 m (2.953 piedi) alta che si espanderebbe in tutte le direzioni partendo dalla regione delle isole. L’onda attraverserà l’Atlantico e inonderà gran parte della costa orientale del Nord America circa 7 ore dopo, molte delle isole nelle coste caraibiche e del Sud America tra le sei e le otto ore dopo. Stimano che lo tsunami avrà onde d’impatto finali possibilmente intorno ai 50 m (164 piedi) o superiori causando una massiccia devastazione lungo le linee costiere. La modellazione suggerisce che lo tsunami potrebbe inondare fino a 25 miglia (16 km) nell’entroterra – a seconda della topografia.

Sappiamo che da alcuni mesi sono incominciati frequenti terremoti, ad oggi se ne contano più di 4000, proprio in quest’area della Caldera de Taburiente, Cumbre Vieja ed infine della Cuembre Nueva.

A nostro avviso la frana nell’oceano è imminente ma dipende da quanto materiale franerà nel mare e in quanto tempo.

Potremmo avere uno scenario con diversi smottamenti parziali, tipo frane minori ma costanti, questo ridurrebbe il rischio di un crollo totale, tuttavia questa ipotesi verrebbe interpretata come clemenza divina.

Vogliamo la prima ipotesi: il Mega Tsunami.

In Europa, Spagna e Francia avranno la peggio,, la costa ovest africana, e poi a seguire Nord, Centro e Sud America…che devastazione divina.

E’ una questione di Fede. Sia per i cristiani che per gli accelerazionisti.

Mentre cosa stanno facendo i marxisti per contemplare il disastro imminente di La Palma?

meditano…

Che dite riusciranno a riprendere dal vivo con i droni lo Tsunami di 900 metri che si sposta nell’oceano come uno schiaffo divino contro la facciata di bronzo umana? Non ci accontentiamo degli effetti speciali di un film, vogliamo l’onda vera.

Leave a Reply