NWO, Vita, Letteratura e Cinema : Dentro l’U-Boat di 23 Die Geschichte des Hackers : Hagbard Celine, Tron, Science

_χρόνος διαβασματός : [ 5 ] minutes

 

Da dove finisce o inizia questa storia? Ogni riferimento a persone, fatti o cose non è puramente casuale.

Alla fine del 2003 ebbi modo di conoscere alcuni dei reduci dei più strabilianti gruppi hacker degli anni 80 tedeschi. Arrivai a loro seguendo il mito hacker di Karl Koch. Lui non era un hacker eccezionale ma più di altri hacker aveva uno scopo: sconfiggere gli Illuminati.

23 Die Geschichte des Hackers Karl Koch è un vero film sugli Hacker, non quelle polpettone piene di errori scabrosi e fantasticherie da display che niente hanno a che fare con questa realtà.

Karl e David interpretati rispettivamente dai superbi August Diehl e Fabian Busch

Quando era ragazzino il padre gli aveva regalato uno dei tre libri facenti parte la Trilogia degli Illuminati di Robert Anton Wilson. L’eroe della saga è Hagbard Celine, un hacker eccentrico, figlio di una norvegese e di un siciliano.

Hagbard combatte gli Illuminati navigando nel suo sottomarino equipaggiato con l’unità computer cibernetica FUCKUP – First Universal Cybernetic Kinetic Ultramicro Programmer. Ma lasciamo da parte questa altra storia ai nostri avidi lettori.

Eravamo ancora in piena guerra fredda, nei mitici anni 80 quando ogni cosa grandiosa era possibile, e Karl aveva pensato che gli Illuminati dovessero nascondersi dalla parte dell’Alleanza Atlantica, così insieme a David, Pepe e Lupo decisero di hackerare nei computer della NATO e passare le informazioni ai Sovietici.

Karl e la sua amica Sabine

Conobbi così Frank, nome in codice Science, uno dei più famigerati hacker degli anni 90 e primi anni 10 residente in Germania. Frank era amico di Tron, aka Boris Floricic, il genio hacker che aveva trovato un modo per manipolare le SIM telefoniche, ma che fece la fine di Karl ed anche troppo in fretta.


Frank gestiva una classe di server insieme al fratello Trouble a Koblenz. Fu lui che mi introdusse agli altri e mi fece da anfitrione, e fu felice di accogliere me ed un manipolo di americani transfughi dall’esperienza nel filesharing dentro la sua “casa”.

Cercavo informazioni in merito al tentativo di intrusione nel computer di Chernobyl la notte prima del disastro nel 1986. Hagbard effettivamente o la notte antecedente la tragedia, o 48 ore prima, aveva tentato di connettersi, “entrare” nel computer della Centrale, ma questo evento non aveva alcuna rilevanza con quello che avvenne dopo in quel posto. Fu Science a spiegarmi questi dettagli nel forum che aveva allestito per i nostalgici di quegli anni e per le nuove leve. Da lì nacque una solida amicizia, venni accolto nel loro ring.

Fu una full immersion in un sistema completamente nuovo, un nuovo modo di pensare. Legai con Asymetrixs specialista in reti (fu lui a montare anni fa come contractor diversi reti nell’Afghanistan occupato dagli americani), MrP1nk, progettista di sistemi software missilistici della marina tedesca, Finn specialista in reti e provider, Slughi, un tipo buffo ma fedele da Magdeburgo, Sino, PixXxel, Dan, e altri che non ricordo o con cui legai meno, ed infine Vaxima.

Lui aveva una grande rete di server messi in rete senza un vero scopo, i suoi server diventeranno i nostri server per quasi venti anni.
Fu Vaxima ad introdurmi agli Israeliani, ma gli altri si tennero fuori da questa storia.
Quando ruppi con questi ultimi portai con me David. Era un segno di Karl, almeno Io lo interpretai così. Infatti David mi tradì come David tradì Karl nella vita reale.

Le Fondamenta delle cospirazioni moderne e dei loro intrecci sono state il pane ed il vino con cui R.A.Wilson ha sfamato e dissetato noi veri credenti in tutto il mondo, dai ghiacci eterni del Nord alle dune desertiche del deserto arabico.

Gli Illuminati iniziarono a braccarci di lì a poco. Nell’immaginazione. Fnord, Lloigor. Truppe SS Totenkopft marcianti in riemersione da un grande lago vicino Ingostaldt.

Ma nella realtà Frank fu vittima di un incursione della polizia, i server gli furono sequestrati. Sia lui che Trouble avevano ex mogli a cui pagare gli alimenti, ed in Germania non si scherza con queste cose. Finì su qualche panchina vicino Dusseldorf, ma poi riparò come tecnico informatico specialista in una catena di Hotel di quel posto grazie al figlio idiota wannabe hacker apprendista della padrona, vedova e maiala di chi quegli Hotel li aveva costruiti. Ma non durò. Science alle dipendenze di un pivello viziato? Lol. Lui aveva lavorato per l’IBM in America, aveva conosciuto Karl e gli altri. Ma che cazzo.


Conobbe in seguito una sgualdrina, o prostituta, con cui si era messo in testa di farsi campare dalle nostre donazioni. Lei era una puttana della mafia turca. Frank in quel tempo pur di sbarcare il lunario voleva tornare a fare l’hacker internazionale e mercenario, questa volta dalla parte degli americani. Prese così contatto con un agente della CIA stazionato in Spagna ma con connessioni in Germania. Più di una volta Frank mi fece sentire le sue telefonate via Skype con il tizio, la sua voce era proprio come nei film, illuminava di fluorescente l’etere, Lol. Lo avrebbero pagato bene se non fosse stato per quella puttana tedesca sguattera che rubò il laptop Getac di Frank e lo consegnò al suo Boss turco.


Era il tempo di Kurtlar Vadisi Irak

e quindi l’odio dei turchi verso gli americani era stellare.

Il boss sapeva che Frank aveva informazioni di valore che voleva vendere agli americani, ma lui non poteva usarle perchè era tutto criptato, così chiese a Frank un pagamento per avere indietro il maltolto. Qualcosa come 15000 euro e pure un grazie. Fu dura per me convincere Frank a non andargli a sparare.
Dopo questo Frank scomparve.
Riapparse alle Canarie mesi dopo. Lavorava in un Hotel di quei posti e si era traferito dopo aver conosciuto Maia. Un altro segno inviato dal cielo da Karl.

Maia, il vero unico amore conosciuto di Karl

In quel periodo usavo spesso il nickname hagbard_celine, e non solo Karl ma anche Tron Boris lo usavano come nickname nelle loro incursioni. Il problema fu che i genitori di Tron scoprirono un indirizzo eMail omonimo, da me creato, ed incominciarono a spedire/spedirmi ogni mese il loro diario di vita, foto comprese, come se scrivessero al figlio.
Alla quinta o sesta eMail non so cosa mi spinse a scrivere loro che purtroppo non ero Io loro figlio, e che mi dispiaceva per loro. Avrei dovuto tacere e fare in modo che potessero continuare ad alimentare la speranza che loro figlio fosse vivo nella loro mente qua fuori. Certe illusioni sono create per proteggerci. Mi è tanto dispiaciuto. Non scrissero più.

Science odiava Vaxima, secondo lui quest’ultimo era un pazzo ingrato, con evidenti problemi psichici. Tutti sapevamo dei problemi di Vaxima. Vaxima era di Singelfinden, dove vi sono i grandi stabilimenti automobilistici. Non c’e’ niente in quel posto fottuto, solo alienazione e tutti i mali che questa porta agli esseri umani.


Vaxima conobbe sigarette ed alcool da giovanissimo ma almeno non si curò mai di provare l’eroina, cosa che salvò lui ma non i suoi amici del posto, e nemmeno la sua bellissima fidanzata Patricia ;-/

Come è potuta morire una Dea così per colpa dell’eroina ai nostri giorni? Non darò mai una risposta che possa convincere le masse di quello che già conosciamo.

Comunque Science arrivò a minacciare Vaxima, la cosa mi turbò, e lo affrontai. Lo minacciai pesantemente. Lui indietreggiò ma mi disse di pensare a quello che gli avevo detto e che se Io ero Io parte di questo me era stata forgiata proprio da lui.

Non ci siamo più rivisti da allora.

Ma forse ci rivedremo prima o poi in un nuovo sistema….

Leave a Reply