Nuovo Messaggio dell’Arcivescovo Carlo Maria Viganò all’Armata della Luce : Pregare Come Crociata Mondiale Contro L’Oscurità

_χρόνος διαβασματός : [ 4 ] minutes

 

Deus benedicat et custodiat Archiepiscopum. Deus nobiscum est. Nobiscum Deus est et nos sua virtute vincemus.

Messaggio di SE Mons. Carlo Maria Viganò
per una Crociata Mondiale del Rosario
***
Memorare, pia Vergine Maria,
a sæculo non esse auditum
quemquam ad tua currentem præsidia,
la tua implorantem auxilia,
la tua petentem suffragia
esse derelictum.
San Bernardo

Dopo due anni di bugie e inganni, l’umanità soggiogata dall’oligarchia globalista sta assistendo agli ultimi colpi di coda del Leviatano;

e mentre la verità viene alla luce da più parti, rivelando la frode e il tradimento di molti,

sembra voler scatenarsi imponendo leggi sempre più assurde, con le quali costringerci alla schiavitù in nome di un’emergenza sanitaria che vuole legittimare la limitazione delle libertà fondamentali, la segregazione di chi non cede al ricatto, la criminalizzazione dei dissidenti.

Abbiamo compreso la dimensione spirituale di questa battaglia, dove un virus prodotto in laboratorio avrebbe dovuto permettere che avvenisse il Grande Reset, il Nuovo Ordine Mondiale aveva programmato tempo fa nei minimi dettagli, per cancellare ogni traccia della nostra identità di cristiani, e con è ciò che resta della civiltà e della cultura che la Religione ha ispirato nella società.
Abbiamo anche compreso che, nel tradimento del proprio ruolo da parte delle autorità, non sono coinvolti solo coloro che governano le sorti delle nazioni, ma anche la gerarchia cattolica, nel tentativo di trasformare la Chiesa di Cristo in serva dell’ideologia globalista. Abbiamo visto con sgomento uno stato profondo e un profondo alleato della chiesa contro Dio e contro l’uomo, per stabilire il regno dell’Anticristo sulla terra.

Proprio come la Vergine ha voluto mostrare le pene dell’inferno e le anime dannate ai pastorelli di Fatima, così anche a noi viene mostrato il modello di società infernale che l’élite globalista vorrebbe creare sulla terra.

Una società senza Dio, senza Verità, senza Bene; in cui regnano morte, odio, empietà, vizio e peccato; in cui la creatura si ribella al Creatore.

Di fronte a una battaglia spirituale, sono necessarie armi spirituali. Lo hanno ben compreso le migliaia di cattolici, soprattutto uomini, che in varie parti del mondo hanno cominciato a recitare pubblicamente il Rosario per la liberazione della loro Patria. Queste iniziative lodevoli e coraggiose sono l’inizio di una rinascita cristiana e di una rinascita della Fede, nonché un atto solenne di venerazione verso la Madre di Dio.

Le forze umane da sole non sono in grado di affrontare la minaccia incombente. Per questo dobbiamo comprendere quanto sia importante e insostituibile l’uso della preghiera e dell’aiuto divino, con l’arma invincibile che la Beata Vergine Maria ci ha donato per combattere il Nemico dell’umanità.

Invito tutti a una Crociata Mondiale del Rosario, per ottenere l’intervento e la vittoria di Dio sullo scatenamento delle forze del Male attraverso la potente intercessione della Beata Vergine. Anche il mio si unisce alla supplica di tutti voi, nella recita delle tre Corone.

In tutte le nazioni, in tutte le città del mondo, si levi fiducioso e forte il grido della nostra preghiera. Come figli presi dalla tribolazione ci gettiamo ai piedi della nostra Madre, invocandola con la certezza di ottenere l’ascolto. Facciamo nostre le parole di san Bernardo: Ricorda, o piissima Vergine Maria, che non si è mai sentito al mondo che alcuni siano ricorsi alla tua protezione, implorato il tuo aiuto, chiesto il tuo aiuto e siano stati abbandonati.

Inginocchiamoci a pregare nelle nostre case, chiese, strade e piazze delle nostre città. Riconoscendo che tutti abbiamo bisogno dell’aiuto della Vergine del Santo Rosario, onoriamo l’ordine divino contro il caos infernale, riponendo tutta la nostra speranza in Colei che ai piedi della Croce ci è stata donata come Madre, e che come Madre ci ama e ci aiuta. , come ha sempre fatto nel corso della storia.

Che anche i piccoli ci accompagnino in questa Crociata, la cui innocenza commuove il Cielo. Anche gli anziani e i malati siano spiritualmente uniti a noi, offrendo le loro sofferenze in unione con la Passione di Nostro Signore Gesù Cristo. Il diavolo è terrorizzato dalla preghiera dei bambini e dalla penitenza di coloro che soffrono, perché nella purezza e nel sacrificio vede l’immagine di Cristo, che lo ha sconfitto.


Che la nostra accorata preghiera risuoni ovunque. Chiediamo alla Mediatrice di tutte le Grazie di porre fine a questa distruzione del nostro mondo, della nostra libertà, della nostra identità, dei nostri affetti. Vi chiediamo di aprire gli occhi, per non essere spinti nell’abisso della disperazione, dell’odio, del conflitto sociale, dell’assecondare chi semina divisione per colpirci nel corpo e nell’anima.

Vi preghiamo di illuminare le menti esitanti dei genitori, ignari delle conseguenze del siero genetico sui bambini; spingere i medici a curare i loro pazienti, e non a portare avanti protocolli cinici e inefficaci; scuotere i governanti, i magistrati e le forze dell’ordine a lavorare per il bene comune e a non obbedire a dittatori privi di morale.

Vi supplichiamo di convertire coloro che, accecati dalla sete di potere e di denaro, sono diventati complici di un gravissimo crimine contro Dio e contro coloro che suo Figlio ha redento sulla croce.

Chiedete a noi di convertire i Pastori, ai quali il Signore ha affidato il suo gregge e ai quali chiederà conto di ogni anima. E perché ciò avvenga, imploriamo il perdono dei nostri peccati e dei peccati pubblici delle Nazioni, poiché solo con il pentimento e la determinazione a non offendere più il suo divin Figlio possiamo sperare di essere ascoltati.

Animato da questa fiducia, mi rivolgo a te, o Madre, Vergine delle vergini; Vengo a te, davanti a te mi inchino, peccatore pentito. Non voler, o Madre del Verbo, disprezzare le mie preghiere, ma ascoltami benevolmente e ascoltami.[1]

+ Carlo Maria Viganò, Arcivescovo
6 gennaio 2021
Nell’Epifania Domini
***
[1] Memorare, o pia Vergine Maria, a saeculo non esse auditum quemquam ad tua currentem praesidia, tua implorantem auxilia, tua petentem suffragia esse derelictum. Ego, tale animatus confidentia, a te, Virgo virginum, Mater, curro; ad te venio, coram te, gemens peccator, adsisto. Noli, Mater Verbi, verba mea despicere, sed audi propizia, et exaudi. Amen.
Ricorda, o santissima Vergine Maria, che non si è mai sentito al mondo che qualcuno sia ricorso alla tua protezione, implorato il tuo aiuto, chiesto il tuo aiuto, ed è stato abbandonato. Animato da questa fiducia, mi rivolgo a te, o Madre, Vergine delle vergini; Vengo a te, davanti a te mi inchino, peccatore pentito. Non voler, o Madre del Verbo, disprezzare le mie preghiere, ma ascoltami benevolmente e ascoltami.

 

Leave a Reply