Norvegia : Breivik Comincia Il Teatrino Per Chiedere Di Venire Rilasciato; Cosa Potremmo Farci Portandolo In Un Nostro Blacksite? Roba Epica

_χρόνος διαβασματός : [ 4 ] minutes

 

Vostro Onore…Non vorrà per caso rilasciare sulla parola quell’omosessuale, sionista, scoppiato, assassino, vigliacco, e ridicolo individuo che va sotto il nome di Anders Breivik? Vostro Onore?

Se verrà rilasciato la Norvegia sprofonderà nel terrore proprio come ai tempi dell’Irgun a Londra.

Lui non esce perchè vogliamo bene a questa merda di Norvegia marxista dopo tutto. O no?

Certi show si possono vedere solo nei paesi marxisti…in altri posti ci sarebbero stati risparmiati…

Reuters:

SKIEN, Norvegia, 18 gennaio (Reuters) – L’assassino di massa Anders Behring Breivik ha fatto il saluto nazista martedì mentre è arrivato in tribunale per un’udienza sulla libertà vigilata che deciderà se dovrebbe essere rilasciato dopo aver trascorso più di un decennio dietro le sbarre.

Breivik, un estremista di estrema destra, ha ucciso 77 persone nella peggiore atrocità in tempo di pace della Norvegia nel luglio 2011. Ne ha uccisi otto con un’autobomba a Oslo e poi ha ucciso 69 persone, la maggior parte delle quali adolescenti, in un campo giovanile del partito laburista.

Con la testa rasata e vestito con un abito scuro, Breivik fece un segno da suprematista bianco con le dita prima di alzare il braccio destro in un saluto nazista per segnalare la sua ideologia di estrema destra mentre entrava a corte.

Portava anche cartelli, stampati in inglese, tra cui uno che diceva “Ferma il tuo genocidio contro le nostre nazioni bianche” e “Guerra civile-nazista”.

In seguito gli è stato detto di smettere di mostrarli mentre l’accusa ha presentato il suo caso.

“Non voglio vedere nulla del genere quando l’accusa parla”, ha detto il giudice Dag Bjoervik.

Breivik ha scosso la testa mentre l’accusa ha presentato la sua tesi, che includeva un passaggio del verdetto originale del 2012 in cui si affermava che anche dopo aver scontato 21 anni di prigione l’imputato sarebbe stato comunque un uomo molto pericoloso.

Il suo avvocato Oeystein Storrvik ha affermato che Breivik intende finalmente ottenere il suo rilascio.

Rivolgendosi alla corte, Breivik ha accusato i suoi crimini di radicalizzazione online da parte di una rete senza leader di estremisti di estrema destra, che secondo lui aveva motivato i suoi attacchi.

Mi è stato fatto il lavaggio del cervello“, ha detto Breivik.

L’ordine era… di ristabilire il Terzo Reich. E come farlo dipende da ogni soldato“, ha detto.

Breivik, che si è descritto come un candidato parlamentare, ha anche affermato che avrebbe continuato la sua lotta per la supremazia bianca e il dominio nazista, anche se con mezzi pacifici.

L’udienza di martedì è stata la prima apparizione pubblica di Breivik dal 2017, quando ha anche mostrato i saluti nazisti in tribunale.

Breivik, 42 ​​anni, sta scontando la pena massima della Norvegia di 21 anni, che può essere prorogata a tempo indeterminato se ritenuto una minaccia continua per la società.

Il tribunale del Telemark di Skien, a sud-ovest della capitale Oslo, dove Breivik sta scontando la pena, sta esaminando il caso questa settimana dopo che l’ufficio del pubblico ministero di Oslo lo scorso anno ha respinto la richiesta di Breivik di rilascio anticipato. Per saperne di più

“La nostra posizione è che è necessario con il (continuo) confinamento per proteggere la società”, ha detto a Reuters il procuratore incaricato, Hulda Karlsdottir.

Il procedimento si svolgerà nell’arco di un massimo di quattro giorni in una palestra carceraria trasformata in un’aula di tribunale improvvisata, con una decisione prevista circa una settimana dopo.

Se la sua richiesta di rilascio viene respinta, Breivik, che ha cambiato il suo nome legale in Fjotolf Hansen, può richiedere una nuova udienza di libertà vigilata tra un anno, ha detto Karlsdottir.

Breivik ha perso una causa sui diritti umani nel 2017 quando una corte d’appello ha ribaltato la decisione di un tribunale di grado inferiore secondo cui il suo quasi isolamento in una cella di tre stanze era disumano.

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha respinto un successivo ricorso.

E’ uno scoppiato. Non è Bane. E lui da là non esce. Nemmeno per tutto il Marxismo del mondo un porco come quello rappresenta i bianchi, nè la loro Identità, nè la loro storia, quel porco non rappresenta il Terzo Reich, nè tanto meno i templari. E’ solo un fottuto scoppiato, pure fortunato. Venisse rilasciato potrebbe , ipoteticamente parlando tra noi, finire in qualche topaia, nera, venire seviziato, ore, giorni, notti, minuti infiniti e strazianti di puro dolore, senza controllo del battito cardiaco affidato alle macchine, ma solo all’istinto, alla professionalità di chi non vuole che un umano muoia, ma che possa soffrire per lungo tempo, senza schiattare. Il tutto condito con umiliazioni e dissonanze cognitive a livello stroboscopico fino a quando il detenuto…non vedrà Dio e la Sua Corte di Angeli Vendicatori e Chiederà perdono per altrettanto lungo tempo.

Solo così potrebbe forse ritornare alla Società. Un nuovo essere. Forgiato dal dolore. Da indicibili pene. Caduto. Ferito. Umiliato, barcollante ed ululante pietà e misericordia per tutta la vita che gli rimane da scontare nel limbo.

Ci vuole risoluzione nella vita. Ci vuole una come la Wendy di Ozark. E non nomino l’Ozark a caso. Lì avevo un amico. Un vero amico. E dopo Ozark ho capito.

Laura Linney è una formidabile Eva dei nostri tempi, la potenza della donna tentatrice e maledetta cavalca l’interpretazione di questa Valchiria Satanica.

A Wendy mi sono ispirato per trovare la Risoluzione Breivik, l’immersione nel dolore purificatore che confina con il regno dei morti.

I caratteri di donne in Ozark sono pungenti…quel sadismo che ami odiare alla follia, l’incontro affascinante e danzante con la morte che scivola via sul rischio come musica, dramma ed allegoria.

Breivik deve soffrire o morire impiccato.


*
Se sei interessato da uno dei problemi sollevati in questo articolo, chiama i Samaritani gratuitamente al +44 116123 o visita la loro divisione a : www.samaritans.org

Leave a Reply