Accelerazionismo Geologico e Spaziale : Lo Spin Terrestre Aumenta, e Le “Interiora” Si Stanno Raffreddando Più Velocemente del Previsto

_χρόνος διαβασματός : [ 5 ] minutes

 

Non abbiamo chiesto noi il disastro. Non ci avete chiesto del disastro. Acceleriamo.

Authored by Doyle Rice Via UsaToday

UsaToday_:

I 28 giorni più veloci della Terra sul record (dal 1960) sono avvenuti tutti nel 2020.
La rotazione della Terra può cambiare leggermente a causa del tempo e dei modelli del tempo e dell’oceano.
Sarà necessario un secondo salto negativo se il tasso di rotazione della Terra aumenta ulteriormente.

Persino la Terra voleva il 2020 per essere in fretta: il nostro pianeta è girato più veloce del normale anno scorso, dicono gli scienziati.

Come notato in diretta in corso, i 28 giorni più veloci della Terra sul record (dal 1960) sono avvenuti tutti nel 2020, con la Terra completando le sue rivoluzioni attorno alle sue millisecondi dell’asse più velocemente della media.

Di solito, la Terra è un cronometrista eccellente, secondo TimeoNDDate.com. In media, rispetto al sole, ruota una volta ogni 86.400 secondi, che equivale a 24 ore. Questo è noto come un giorno solare medio.

“Ma non è perfetto,” Scrivi Graham Jones e Konstantin Bikos su TimeoNDDate.com. “Quando sono stati sviluppati orologi atomici altamente accurati negli anni ’60, hanno dimostrato che la durata di un giorno solare medio può variare da millisecondi (1 millisecondo equivale a 0,001 secondi).”

La rotazione della Terra può cambiare leggermente a causa del movimento del suo nucleo e anche, sorprendentemente, a causa di modelli meteorologici e oceani.

“Cambiamenti nell’atmosfera, specificamente la pressione atmosferica in tutto il mondo, e le mozioni dei venti che possono essere correlate a segnali climatici come El Niño sono abbastanza forti che il loro effetto è osservato nel segnale di rotazione della Terra,” David A. Salstein, uno scienziato atmosferico della ricerca atmosferica e ambientale, ha dichiarato nel 2003.

2020 è stato un anno estremo per le temperature della Terra. Ma è stato il più caldo del record?

El Niño è un riscaldamento naturale periodico dell’Oceano Pacifico tropicale, mentre La Niña, che è stato osservato verso la fine del 2020, è un raffreddamento naturale della stessa parte del Pacifico. Secondo NoAA, mentre El Niño si traduce in una diminuzione del tasso di rotazione della Terra, La Niña tende ad avere l’effetto opposto.

La recente accelerazione nell’accensione della Terra ha gli scienziati che parlano per la prima volta di un secondo salto negativo, ha detto Livescence. Invece di aggiungere un secondo salto, che è stato fatto più volte prima di recuperare un rallentamento della rotazione della Terra, potrebbero aver bisogno di sottrarre uno.

“È abbastanza possibile che sarà necessario un secondo salto negativo se il tasso di rotazione della Terra aumenta ulteriormente, ma è troppo presto per dire se questo è probabile che ciò accada,” fisico Peter Whibberley del laboratorio di fisica nazionale nella U.K., ha detto al Telegraph.

Il nucleo?

SciTechDaily:

I ricercatori dell’Eth Zurich hanno dimostrato in laboratorio quanto bene un comune minerale al confine tra il nucleo e il mantello della Terra conducesse il calore. Questo li conduce a sospettare che il calore della Terra si possa dissipare prima di quanto ipotizzato precedentemente.

L’evoluzione della nostra terra è la storia del suo raffreddamento: 4,5 miliardi di anni fa, le temperature estreme prevalse sulla superficie della giovane terra, ed era coperta da un profondo oceano di magma. Per milioni di anni, la superficie del pianeta si raffredda per formare una crosta fragile. Tuttavia, l’enorme energia termica emanata dagli interni interni della Terra processi dinamici in movimento, come a convezione del mantello, tettonica del piatto e vulcanismo.

Ancora senza risposta, tuttavia, sono le domande su quanto velocemente la Terra raffreddata e quanto tempo potrebbe richiedere per questo raffreddamento in corso per riportare i suddetti processi guidati dal calore.

Una risposta possibile può mentire nella conduttività termica dei minerali che formano il confine tra il nucleo e il mantello della Terra.

Questo strato limite è rilevante perché è qui che la roccia viscosa del mantello terrestre è in contatto diretto con il fuso caldo di ferro-nichel del nucleo esterno del pianeta. Il gradiente di temperatura tra i due strati è molto ripida, quindi c’è potenzialmente un sacco di calore che scorre qui. Lo strato limite è formato principalmente dal Bridganite minerale. Tuttavia, i ricercatori hanno difficoltà a stimare quanto caldo questo minerale conduce dal nucleo terrestre al mantello perché la verifica sperimentale è molto difficile.

Ora, il professor Eth Motohiko Murakami e i suoi colleghi di Carnegie Istitution For Science hanno sviluppato un sofisticato sistema di misurazione che consente loro di misurare la conduttività termica di Bridgmanite in laboratorio, sotto le condizioni di pressione e temperatura che prevalgono all’interno della Terra. Per le misurazioni, hanno utilizzato un sistema di misurazione ottica di assorbimento ottico di recente sviluppo in un’unità diamantata riscaldata con un laser pulsato.
Misurazione della conduttività termica di BridgManite

Dispositivo di misurazione per determinare la conduttività termica di BridgManite in alta pressione e temperatura estrema. Credito: da Murakami M, et al, 2021

“Questo sistema di misurazione consente di mostrare che la conduttività termica di Bridganite è di circa 1,5 volte superiore a quella assunta”, afferma Murakami. Questo suggerisce che anche il flusso di calore dal nucleo nel mantello è più alto del calcolo precedentemente. Un maggiore flusso di calore, a sua volta, aumenta la convezione del mantello e accelera il raffreddamento della terra. Ciò può causare la tettonica della piastra, che è tenuta dai movimenti convettivi del mantello, per decelerare più velocemente dei ricercatori si aspettavano sulla base dei precedenti valori di conduzione del calore.

Murakami e i suoi colleghi hanno anche dimostrato che il rapido raffreddamento del mantello cambierà le fasi minerali stabili nel confine del Core-Mantle. Quando si raffredda, Bridgmanite si trasforma nel minerale post-perovskite. Ma non appena il post-Perovskite appare al confine del Core-Mantle e inizia a dominare, il raffreddamento del manto potrebbe davvero accelerare ancora ulteriormente, i ricercatori stimano, poiché questo minerale conduce il calore ancora più efficiente rispetto alla BridgManite.

“I nostri risultati potrebbero darci una nuova prospettiva sull’evoluzione delle dinamiche della Terra. Suggeriscono che la Terra, come gli altri pianeti rocciosi tipo Mercurio e Marte, si raffreddano e diventano inattivi molto più velocemente del previsto “, spiega Murakami.

Tuttavia, non può dire quanto tempo ci vorrà, ad esempio, per le correnti di convezione nel mantello da fermare. “Non sappiamo ancora abbastanza su questo tipo di eventi per appuntare il loro tempismo”. Per fare ciò che chiama in primo luogo per una migliore comprensione di come funziona la convezione del mantello in termini spaziali e temporali. Inoltre, gli scienziati devono chiarire come il decadimento degli elementi radioattivi nell’interno della Terra – una delle principali fonti di calore – che colpisce le dinamiche del manto.

Milioni di anni fa il mantello era così attivo che avvenivano esplosioni nucleari naturali con una certa regolarità…poi tutto è andato raffreddandosi…fino ai nostri giorni.

Tuttavia sta avvenendo un raffreddamento non reversibile la teoria dei nuovi continenti di Adamo ed Eva potrebbe non realizzarsi con la stessa ciclicità del passato, meno flusso di magma meno scivolamento delle placche continentali ed oceaniche, l’effetto a catena potrebbe essersi interrotto o essersi allontanato dal realizzarsi con la solita cadenza.

Quella palla amorfa in rosso pulsante dovrebbe essere il nostro nucleo, il nucleo della Terra, il suo cuore pulsante che prima o poi smetterà di battere come smise di battere il cuore di Krypton.

I più attenti ricorderanno che l’astronavicella del piccolo Kal-El sembrava proprio l’odierna raffigurazione grafica della proteina spike

Vedere tutto calare a picco e l’unica cosa che ci rimane da fare è suonare l’avanzata verso un annullamento che avremmo voluto evitare.

Avremmo voluto?

O lo abbiamo cercato?

Cosa accadde veramente a Tunguska ?

Niente di meno che quello che accadde nella Londra del 1890

Lo trovo veramente di pessimo gusto fare sfoggio del proprio dolore, delle condizioni personali e private in pubblico
questo accade da quando le donne sotto la spinta del progresso marxista hanno preso il potere e vogliono farci arrivare alle case di vetro mentre questa pianeta sta per morire soffocato dalla loro stretta micidiale la cui ombra si allunga fino a perdersi nella notte dei tempi…

Soffocare la nostra indole di conquistatori di mondi portando sia noi che loro al collasso finale.

Io sono il loro umile cantastorie, il violinista del Titanic che suona mentre vede con gusto di rassegnazione tutto a colare picco,
suona, suona l’avanzata verso il totale annullamento della Terra e dei Terrestri.

*
Se sei interessato da uno dei problemi sollevati in questo articolo, chiama i Samaritani gratuitamente al +44 116123 o visita la loro divisione a : www.samaritans.org