Never Mind The Bollocks : La Vita in VR Sostituirà La Vita Reale Afferma Il Filosofo Americano David Chalmers, Il VR Diventerà Il Nuovo Oppio

_χρόνος διαβασματός : [ 3 ] minutes

 

Mi sembra chiaro, e biografico.

TheGuardian:

È difficile immaginare che gli esseri umani trascorrano le loro vite nella realtà virtuale quando l’esperienza equivale ad agitare le braccia nel mezzo del salotto con un dispositivo delle dimensioni di un mattone di casa legato al viso.

Ma è qui che si sta dirigendo l’umanità, dice il filosofo David Chalmers, che sostiene di accettare il destino. I progressi tecnologici offriranno mondi virtuali che rivaleggiano e poi sorpassano il regno fisico. E con esperienze illimitate e convincenti fino alla spina, il mondo materiale potrebbe perdere il suo fascino, dice.

Chalmers, professore di filosofia e scienze neurali alla New York University, sostiene l’idea di abbracciare la realtà virtuale nel suo nuovo libro, Reality+. Famoso per aver articolato “il difficile problema” della coscienza – che ha ispirato l’omonima commedia di Tom Stoppard – Chalmers vede la tecnologia raggiungere il punto in cui virtuale e fisico sono sensorialmente uguali e le persone vivono una bella vita in VR.

“Un modo comune di pensare alle realtà virtuali è che in qualche modo sono realtà false, che ciò che percepisci in VR non è reale. Penso che sia sbagliato”, ha detto al Guardian. “I mondi virtuali con cui interagiamo possono essere reali quanto il nostro mondo fisico ordinario. La realtà virtuale è una realtà genuina“.

Sul punto della filosofia, Chalmers sostiene che anche i mondi virtuali di oggi sono “reali”. Una conversazione in VR è una vera conversazione, dice. Anche gli oggetti nei mondi virtuali sono reali, afferma, fatti solo di bit invece di quark ed elettroni. Man mano che i mondi virtuali diventeranno ricchi e convincenti, costruiremo società virtuali, assumeremo lavori virtuali e avremo motivazioni, desideri e obiettivi che si concretizzeranno in quegli ambienti. “La maggior parte dei fattori che rendono la vita significativa saranno presenti nei mondi virtuali”, afferma. “Non ci sono buone ragioni per pensare che la vita in VR sarà priva di significato o di valore“.

È improbabile che tutti si rivolgano alla realtà virtuale e alcune persone, dice Chalmers, apprezzeranno ancora la pura fisicità.

Potrebbe esserci un senso di autenticità nell’interazione nella nostra forma biologica originale. Ma è difficile capire perché la pura fisicità dovrebbe fare la differenza tra una vita significativa e una vita priva di significato“, scrive. “A lungo termine, i mondi virtuali potrebbero avere la maggior parte di ciò che è buono nel mondo non virtuale. Dati tutti i modi in cui i mondi virtuali possono superare il mondo non virtuale, la vita nei mondi virtuali sarà spesso la vita giusta da scegliere“.

Questa storia non so come mi ricorda la storia di un mio ex compagno del Liceo, uno zaurdone di scocca, proveniva da un paesetto di pisciari, a via di leccaculismo e pedate nel culo è entrato tra i miliziani del fisco, tranne poi che per essere buttato fuori per tangenti, riparando con la terza di tre figlie di un imprenditore pisciaro del paese d’origine, facendo finta di avere un lavoro nel nord, Veneto o così, come professionista del ramo economico, fingendosi super esperto che compare in immagini di fantomatiche riviste dal nome a metà tratto da vere testate conosciute e dall’altro tratto da oscenità, avendo in realtà una ricca convivente che lo mantiene in questo crogiolo di assurdità e competenze professionali fantomatiche e una vita al sud aspettando l’eredità della moglie una volta che il padre sarà schiattato. Anche la vita di questo perdente perditempo è un misto di reale e virtuale, dipende da quale lato la osserviamo, Sud o Nord, ne avremo una visione in VR aumentata, diminuita, opaca, allucinata, etc. etc.

Sono le meraviglie del Kali Yuga. In un altro tempo non sarebbero fattibili a questa stessa intensità di potenza.

Vi immaginate personaggi di questo tipo, o di classe peggiore, nel vostro mondo VR ? O financo il Governo che “vi si inietta” a capofitto dentro?

Non credo che la VR sia differente dal farsi di eroina.

Anche quello è un rifugiarsi in una realtà alternativa…ed avere un “lavoro” nel mantenerla “in vita” il più a lungo possibile.

*
Se sei interessato da uno dei problemi sollevati in questo articolo, chiama i Samaritani gratuitamente al +44 116123 o visita la loro divisione a : www.samaritans.org

Se ti è piaciuto il post e vuoi contribuire alla sua causa lasciaci un contributo, anonimato garantito grazie a Monero :

Contribute

Leave a Reply