Messico e Romanticismo : Vita e Morte del Sicario di Sinaloa Più Chic e Con Il Brand di Successo del Teschio Diamantato, El Chino AntraX

_χρόνος διαβασματός : [ 2 ] minutes

 

José Rodrigo Aréchiga Gamboa, alias El Chino Antrax, ha una storia diversa dalle altre alle quali siamo più o meno abituati. Era uno come me. Beh più o meno.

Vi ho mai detto che la Mafia cercò di uccidermi quando avevo 8 anni? Come?
Con un bel pò di candelotti fasciati e lanciati sotto la finestra della mia stanza, il mio letto era proprio sotto la finestra.

El Chino proveniva da una famiglia benestante, il padre forse che fu pure deputato del Congresso Messicano.


Voleva fare il pilota ma lo scartarono perchè soffriva di psoriasi. Io venni scartato perchè considerato un delinquente invece. Meglio di El Chino.

El Chino divenne, dopo una breve gavetta, uno dei killer più temuti del Cartello di Sinaloa, al contempo formando e gestendo un’elite personale di combattenti: gli Antrax

Fu El Chino l’autista di El Chapo Guzman durante una delle sue ultime fughe.

Tuttavia, al contrario della generazione dei capi che lo avevano accolto, El Chino non smise mai di propagandare se stesso sui social, la sua vita glamour, yacht, soldi, lusso, Paris Hilton, armi. Roba inequivocabile.

Trasformò la sua vita di facciata in un fottuto brand…di Extra Lusso Imperiale…

Un grande playboy…che si era fottuto qualche troia di troppo come la Claudia Ochoa Felix…malarazza…

Il sesso con certe troiazze è costoso.

Leggi anche:

Svizzera, Trapelano I Dati di 30000 Clienti del Colosso Credit Suisse : Narcotrafficanti, Feroci Dittatori, Assassini, Magnaccia

Se cercate quell’anello lo troverete sotto il nome o titolo de El Chino Antrax…

Perfino i viaggi. E dei viaggi dava conto ai suoi social fans tra cui la DEA, la CIA, il DISE Messicano, l’FBI, l’Interpol.

Fu così che venne catturato ad Amsterdam, ed estradato negli Stati Uniti.
Sapete che succede dopo che si viene catturati dall’Impero? O no?
Ti torturano, non ti fanno vedere la luce, ti fanno precipitare nel buio e nell’incubo di un inferno.
El Chino decise di collaborare.

Fu così scaltro che ottenne di stare fuori di galera fino al verdetto.

Maldestramente ne approfittò per ritornare in Messico dove lo aspettavano quelli che un tempo erano i suoi amici di Sinaloa, quelli per cui aveva combattuto ed era diventato ricco per qualche tempo.
E non possiamo non narrare che fu una grande festa per quella rimpatriata, tanto che El Chino rimase senza proiettili per “servire” i suoi ospiti e si dovette arrendere.


Non lasciava moglie. Uccisa tempo prima da Claudia Ochoa Felix, una puttanona ora cibo per vermi.
Tuttavia portò con sè nell’oltretomba la sorella ed il cognato, che sfortunatamente erano con lui all’arrivo degli amici di Sinaloa.
Fu ritrovato a bordo di un suv con un sacco di plastica nero in testa e le mani legate alle caviglie con una corda di nylon grigia.

In suo onore i McLeane strappano via un tasto da ogni loro nuova tastiera per sostituirlo con un El Chino Calavera llave de Computadora


*
Se sei interessato da uno dei problemi sollevati in questo articolo, chiama i Samaritani gratuitamente al +44 116123 o visita la loro divisione a : www.samaritans.org

Se ti è piaciuto il post e vuoi contribuire alla sua causa lasciaci un contributo, anonimato garantito grazie a Monero :

Contribute