Assalto a Palazzo Bonaparte : La Doppia Morale dei Perbenisti d’Occidente Che Aiutano Ad Infangare La Nostra Potenza Culturale

_χρόνος διαβασματός : [ 4 ] minutes

 

Difendevano le Pussy Riot piangendo come femminucce, invocando la libertà…Ma ora la Legge voluta dal P.D. deve mandare in galera quelli e quelle per cui piangevano “con serietà” questi ipocriti e doppiogiochisti della politica e della stampa di tutta Italia.

Pecore pensai, ora sapevano chi era il loro Signore e Padrone….

La Procura di Roma ha avviato un’indagine sull’ennesima azione di eco-attivisti che venerdì scorso hanno versato zuppa di verdure su Il seminatore di Vincent van Gogh in una mostra a lui dedicata a Palazzo Bonaparte, Roma.

Qui è bene ricordare che forse esiste ancora uno Stato, una Costituzione, un Codice penale che non dovrebbe essere usato a discrezione di qualche singolo poichè inevitabilmente la sua mente non sarà immune dallo status quo e standard martellante imposto dalla volontà mediatica del suo Signore e Padrone.

ItaliaOggi:

Carcere fino a 5 anni e multa fino a 15 mila euro per chi imbratta o deturpa beni culturali e paesaggistici. Mentre la confisca si estende anche a chi ricicla o autoricicla beni artistici. La contraffazione di opere d’arte viene punita con la reclusione da 1 a 5 anni e la multa da 3.000 a 10.000 euro. Mano pesante anche sulle società: prevista la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche quando i delitti contro il patrimonio culturale siano commessi nel loro interesse o a loro vantaggio. L’aula della Camera ha dato il via libera definitivo alla legge relativa ai reati contro il patrimonio culturale che inasprisce le pene per chi danneggia i monumenti, le opere d’arte o le bellezze naturali nel nostro Paese. Il testo, di cui primi firmatari sono i ministri Andrea Orlando e Dario Franceschini, è stato approvato a Montecitorio con 381 voti a favore, nessun contrario e tre astenuti. La legge inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro il patrimonio culturale, composto da 17 nuovi articoli, con i quali punisce, con pene più severe rispetto a quelle previste per i corrispondenti delitti semplici, il furto, l’appropriazione indebita, la ricettazione, il riciclaggio e l’autoriciclaggio e il danneggiamento che abbiano ad oggetto beni culturali. Vengono inoltre punite le condotte di illecito impiego, importazione ed esportazione di beni culturali e la contraffazione. Oltre alla previsione di specifiche fattispecie di reato, si prevede un’aggravante da applicare a qualsiasi reato che, avendo ad oggetto beni culturali o paesaggistici, provochi un danno di rilevante gravità. Viene inoltre consentita la possibilità per gli ufficiali di polizia giudiziaria degli organismi specializzati nel settore dei beni culturali di svolgere attività sotto copertura per contrastare il traffico illecito delle opere d’arte. “Una giornata storica – commenta il ministro per i beni culturali Dario Franceschini – un grande passo avanti nella tutela e nella protezione del patrimonio culturale e nella lotta al traffico illecito di opere d’arte. Siamo una super potenza culturale e con questa legge stiamo indicando la strada, anche dando attuazione alla Convenzione di Nicosia”.

Siamo una potenza culturale, ma non per certa Magistratura, e per tutta, per l’intera televisione spazzatura d’occidente.

Culi punk ambientali più che ambientalisti sfoggiano la loro degenerazione in maniera volgare e faceta e grande è lo sdegno che tutti noi, parte di questa grande Potenza Culturale, proviamo e sentiamo tagliarci dentro, come la più sottile delle lame affilate apre in due come fogli dei pezzi di carne.

La nostra Potenza Culturale è sotto attacco di questi degenerati guttiwuts senza gusto alcuno.

Ma aspettate un attimo….

alexser

Come non ricordare i degenerati promossi dalla TV Occidentale che proprio venivano esaltati e premiati dall’Establishment Istituzionale e mediatico italiano?
Come potete dimenticare voi massa di milioni e milioni di gloopy nazz?
Come avete potuto dimenticare quando feccia di questa stessa portata dei terroristi eco-ambientali infangavano la Russia ma venivano promossi come eroi ed eroine qui su TV e giù Stampa?
Le Pussy Riot…le Femen e altre disinibite degenerate parte e parcella di questo stesso baddiwad horrorshow.

pussyriot

Pussy Riot…delle degenerate prestoopnik con dei cappucci stile burqa shlapa  a fare la voce grossa per avere libertà di sporcare le chiese, infangare gli Dei e i culti, dare grandi esempi alle giovani generazioni di come esse debbano adoperarsi per diventare invece nuove degenerazioni.

La battaglia per la vita contro l’estinzione, Dio contro Satana, Bene contro Male, ma uno solo di essi non prevarrà sull’altro che non sia il Bene, Dio ci comanda.

Your lurid grahzny filthy degenerate sharries is a buddiwat without glory

Allora l’Unione Europea si mosse con in testa “profili di alto rango” per TUTELARE quelle pazze svitate quando questa spazzatura ha avuto luogo in Russia.
L’Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, la baronessa Catherine Ashton, rilasciava così una dichiarazione:
Questo caso mette in discussione l’adempimento da parte della Russia degli obblighi internazionali in materia di contenzioso equo, trasparente e indipendente”.

Sono artisti solo quando producono fango in Russia, se fanno fango fuori sono teppisti criminali terroristi.
E a quest’ennesima contraddizione d’occidente vi risponderanno…

fy1eowawqaawb z

Ricordate come Barack Obama era così preoccupato che espresse loro personalmente i suoi saluti.

E parlando dell’Italia che hanno dato gli Italiani alle Pussy Riot?

Premi, onorificenze, tempo speso in articoli nei giornali di primo piano di fake news ed ovvietà nazionali per combattere a colpi di fango il grande nemico perbene della NATO.

Degenerati che amano la degenerazione e la impongono con forza e sudicia eleganza alla massa, ecco chi sono loro.

*
*
Non Dubitare della Natura della Propria Realtà è Un Peccato Agli Occhi di Dio

Se sei interessato da uno dei problemi sollevati in questo articolo, chiama i Samaritani gratuitamente al +44 116123 o visita la loro divisione a : www.samaritans.org

Se ti è piaciuto il post e vuoi contribuire alla sua causa lasciaci un contributo, anonimato garantito grazie a Monero :

Contribute