Satanismo : La Chiesa del Processo del Giudizio Finale è Tornata In Piena Attività

 

“Vostra Eminenza, sappiamo per certo che la setta ancora oggi ha una presenza a Roma…”

TheProcess:

Nel 1963, due persone si incontrarono al L Ron Hubbard Institute of Scientology in Fitzroy Street, Londra. Entrambi studiavano per diventare “auditori”. Basato sul suo precedente sistema di Dianetics, l'”auditing” era il metodo di Hubbard per scoprire ed eliminare gli “engram”, i residui psichici dei traumi passati. Lo scopo dell’auditing era diventare “chiaro”, pulire la lavagna psichica e diventare, in effetti, una specie di superuomo, non più affascinato da paure nevrotiche e blocchi.

Robert DeGrimston Moore e Mary Ann McClean erano entrambi affascinati dall’auditing e presto diventarono abili. Sebbene provenissero da ambienti considerevolmente diversi, entrambi erano scientologist entusiasti. Nato a Shanghai nel 1935, Robert aveva prestato servizio militare come ufficiale di cavalleria, per un po’ di stanza in Malesia. Aveva avuto un’educazione borghese e aveva studiato come architetto. Vantava un QI di 163 e affermava di essere stato membro della MENSA. Alto, bello, sognatore e carismatico, Robert era passivo ed emotivamente dipendente. Una coppia perfetta, si è scoperto, per Mary Ann.

Nata a Glasgow nel 1931, Mary Ann ha avuto una vita diversa. Suo padre se ne andò prima che lei nascesse; non molto tempo dopo, sua madre l’ha abbandonata. È stata allevata da parenti in un’atmosfera di povertà e abbandono. Attraente, motivata e ambiziosa, all’inizio degli anni ’50 era emigrata negli Stati Uniti; è una buona probabilità che si sia fatta strada attraverso la prostituzione. Per un periodo è stata sposata con il campione di boxe statunitense Sugar Ray Robinson. All’inizio degli anni ’60, Mary Ann lasciò Sugar Ray e si trasferì a Londra. La scissione deve essere stata redditizia: ha preso in affitto un appartamento costoso e ha creato un servizio di squillo di alta classe. Ha intrattenuto alcuni clienti di alto livello e ha avuto collegamenti con lo scandalo Profumo. Manipolatrice, esigente e volubile, sapeva come sfruttare i bisogni emotivi e favorire la dipendenza in coloro che le stavano intorno. Era attratta dall’intelligenza e dal fascino di Robert. Sapeva di poter usare entrambi, e lo fece.

Fu subito chiaro che erano troppo intelligenti e determinati per rimanere seguaci di Hubbard. Robert (a sinistra) e Mary Ann avevano idee proprie e le hanno testate con successo su alcuni clienti. La sicurezza in Fitzroy Street era alta; quando Mary Ann scoprì che le sue sale riunioni erano piene di cimici, lei e Robert se ne andarono. Mary Ann, che era sensibile alle apparenze, convinse Robert a lasciare Moore, che pensava suonasse troppo comune, e ad adottare DeGrimston. Si sposarono poco dopo e nel 1964 crearono il proprio sistema.

Entrambi erano interessati al lavoro di Alfred Adler, un freudiano che si era separato per sviluppare le proprie idee. Adler, che sviluppò l’idea del complesso di inferiorità, credeva che le persone fossero guidate da quelli che chiamava “obiettivi segreti”, programmi nascosti che davano origine a compulsioni e nevrosi. L’idea era di scoprire questi obiettivi e renderli consapevoli. Mettendo insieme Adler e Hubbard, Robert e Mary Ann hanno creato un nuovo sistema: l’analisi delle compulsioni.

Quando hanno provato la nuova terapia su alcuni amici, i risultati sono stati incoraggianti. Il cerchio crebbe, con le persone iniziali che avevano subito “il processo”, come iniziò a essere chiamato, avviandone altre – tutte pagando notevoli tasse ai DeGrimston. La maggior parte dei primi clienti proveniva dal set di Robert. Gli amici di Mary Ann tendevano ad essere loschi, ma Robert si muoveva tra le luci brillanti della giovinezza inglese. Giovani professionisti – architetti, artisti, scienziati, economisti – hanno formato il primo nucleo del seguito dei DeGrimston.

Hanno preso un ufficio in Wigmore Street. Cominciarono a succedere cose strane. Il gruppo, che ora contava circa 30 persone, iniziò a sentire vari effetti di “mente di gruppo”. Cominciarono anche a sentirsi separati dal resto della società. Come molti gruppi “alternativi” negli anni Sessanta, l’analisi delle compulsioni si è spostata dall’auto-aiuto a una sorta di ricerca spirituale, poiché coloro che erano passati attraverso il “processo” hanno iniziato a considerare il resto della società come una sorta di brutto sogno. I DeGrimston cominciarono a sentire che ciò che avevano creato era qualcosa di più di una nuova terapia. Si guardarono intorno alla ricerca di un nuovo nome e decisero qualcosa che doveva sembrare ovvio. Nel 1965, l’Analisi delle Compulsioni, un derivato di Scientology, divenne la Chiesa del Processo del Giudizio Finale.

Il patrimonio iniziale dalla MacLean, poi ogni membro che aderiva doveva donare tutto alla Chiesa, una pratica già conosciuta in altre organizzazioni. Ma qui lo scopo non era far arricchire qualcuno ma fondare una organizzazione terroristica transnazionale, o globale, avente come filosofia portante e dominante quella del chaos, del satanismo. Dietro una facciata di religione pacifica ed alternativa esisteva in realtà, per ovvie ragioni implicite a queste filosofie dell’occulto i cui leader ritengono di avere poteri sovraumani e che siano i soli in grando di evocare i demoni e farli operare sulla Terra, un’elite di individui senza scrupoli che attraverso la pornografia, le droghe, la pedopornografia, la prostituzione, sacrifici di animali e omicidi rituali pretende di rovesciare la Società costituita e guidare il nuovo inizio.

 

Nel video che vedrete, girato da qualcuno che è sicuramente collegato con i capostipiti creatori del culto satanico più pericoloso del mondo, c’e’ un articolo dove appare il nome Italy nel titolo. E’ certezza che adoratori della Chiesa del Processo del Giudizio Finale siano ed operino a Roma, nel cuore della cristianità, e affermiamo, spingendoci oltre, che operino in Italia fin dagli anni 70.

Insieme a opere ispirate come The Gods On War, Humanity is The Devil e As It Is – scritto durante il suo periodo in Turchia, e che ha fornito al culto il loro tormentone “As it is, so be it” – l’organo principale della teologia del processo era la loro rivista patinata, The Process. Con una grafica psichedelica rossa, viola e nera a tutto volume, la politica editoriale ha favorito Hitler, Satana e il sangue. “L’umanità è condannata” era il brief. La marea della fine era arrivata. “La Terra è pronta per la devastazione finale… La scena è pronta.”

Lo vendevano per le strade della Swinging London, percorrendo King’s Road, marciando in posti come l’Indica Bookshop, gestito da Peter Asher (il fratello della fidanzata di Paul McCartney, Jane Asher), il cronista degli anni Sessanta Barry Miles e John Dunbar, marito del pop chanteuse Marianne Faithfull. Faithfull è apparso anche in un numero di The Process dedicato alla morte; in seguito si è tirata indietro, affermando: “C’era qualcosa di simile al fascismo nel Processo…” Nel numero “Fear”, McCartney ha rivelato che non aveva “paura della fine del mondo o qualcosa del genere”, ma aveva paura di se stessa. Jane Asher, tuttavia, ha ammesso di aver avuto paura della fine del mondo, ma da allora ha “imparato a non pensarci”. Un numero dedicato a “Libertà di espressione”, aveva Mick Jagger in copertina. Gli editori hanno saggiamente pensato che la tazza di Mick avrebbe venduto più numeri di quella di Satana, anche se in seguito ci sarebbe stata più simpatia per il Diavolo.

Man mano che il culto cresceva, i DeGrimston si ritirarono sempre più dal mondo esterno, occupando una zona di segretezza ed esclusione, in cui erano penetrati solo i membri più anziani. Si chiamavano l’Omega (vedi simbolo, a sinistra); apparentemente si erano fusi in un’unica entità psichica. Robert, i cui lunghi capelli, barba ed espressione sognante lo facevano sembrare sempre più simile a Cristo, poteva ancora essere visto alle lezioni, dove la sua voce carismatica predicava l’imminente conflagrazione. Mary Ann è stata vista raramente dai membri di rango inferiore; il sistema gerarchico di neofiti, iniziati, sacerdoti e “Fratelli” era rigorosamente applicato, e i rituali segreti dell’Omega erano oggetto di speculazioni tra i nuovi devoti.

Nel 1968 il culto si era diffuso negli Stati Uniti, fondando chiese a New York, Boston, New Orleans, Los Angeles e San Francisco. Hanno anche dipinto l’Europa; in Germania hanno inviato rappresentanti alla NPD neonazista.

La biografia prosegue e si conclude raccontando che De Grimstone finì per lavorare in una compagnia telefonica americana, mentre la McLean finì per aprire una libreria esoterica in Ohio chiamata Circe.

O questo è quello che è stato fatto credere dato che esistono solo voci su questi due finali ma nessuna conferma.

Piuttosto è dato sapere che l’organizzazione della Chiesa del Processo fu trasformata in un’organizzazione per la cura degli animali chiamata BestFriendsAnimalSociety.

Non lo trovate alquanto bizzarro? I satanisti che hanno educato killer seriali e diffuso degenerazione che ad un certo punto diventano amanti degli animali?

ReligionNews:

I membri alla fine si stancarono del tutto della religione e a metà degli anni ’80 fondarono quella che oggi è la Best Friends Animal Society, con sede a Kanab, nello Utah. Best Friends, uno dei principali gruppi di salvataggio degli animali del paese, ha trascorso decenni a promuovere il movimento dei rifugi no-kill.

Il gruppo ora si prende cura di circa 1.600 animali e ha facilitato quasi 27.000 adozioni di animali domestici in tutto il paese nel 2019, secondo il suo sito web. La sede attira migliaia di volontari e visitatori ogni anno e nel 2019 l’organizzazione non profit ha ricevuto 101 milioni di dollari in donazioni. È forse meglio conosciuto per aver accolto 22 dei cani da combattimento dell’ex star della NFL Michael Vick e per essere apparso nello spettacolo del National Geographic “DogTown”.

Il sito web del gruppo menziona brevemente la “Chiesa del Processo”, ma non si fa menzione di Satana o alla fine del mondo. Invece, il sito web descrive i fondatori come amici che erano in una ricerca spirituale per creare un mondo migliore, ma alla fine si sono stancati “di cosmologie complicate che non aggiungevano nulla alla semplicità preferita di una vita basata sul servizio e sulla Legge Universale”.

Se le cose stanno come raccontava Maury Terry, e secondo noi stanno per come lui le raccontava, oggi abbiamo un culto satanico a Roma che sta formando nuovi serial killer, e spargendo pedopornografia e altra immondizia degenerativa nel cuore marcio della nostra Società.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *