Accelerazionismo nella Letteratura : Harassment Architecture, Non Più Lottare Ma Aggravare è l’Endgame

_χρόνος διαβασματός : [ 2 ] minutes

 

Se dovessi riassumere tutto lo scritto di ΜEδουσα in un libro questo sarebbe sicuramente Harassment Architecture di Mike Ma, puro accelerazionismo.

Cultura delle Molestie. Architettura delle molestie. L’autore è un accelerazionista, il che lo pone come se fosse un mio gemello in America.

Leitmotiv: Aggraviamoci per il supremo endgame…aggraviamo ed aggraviamoci su ogni cosa.

Lasciate che vi dica una cosa. Non esiste solo la violenza fisica. Questa non è una teoria ma un fatto.

Esistono tanti tipi di violenza, alcune portano un nome diverso ma pur sempre di violenza parliamo.

Oltre quella fisica c’e’ la violenza verbale, d’ambiente, l’invasione della privacy, costrizioni a scelte non giuste per il proprio pensiero, vivere nel terrore, nella paranoia, nella paura. Tutte cose che sono state sperimentate sulla mia persona fin dalla tenera età. Ma anche su buona parte dell’umanità. Ma alcuni hanno subito più torti di altri, talmente tanti torti da diventare dannati già in vita, perchè una vera vita questi individui l’hanno perduta, tuttavia conoscono benissimo i loro carnefici, e come annientarli.

Su questo tema debbo aprire una breve parentesi.

Sappiate che uno dei più grandi autori accelerazionisti, Chuck Palahniuk, forse accelerazionista senza saperlo, il famoso autore di Fight Club,


ha dichiarato durante un’intervista alla radio che legge noi scrittori di Commentary Board Accelerazionisti, e capisce perchè scriviamo quello che scriviamo, perchè siamo quello che siamo, descrivendoci nel seguente modo: “…quando delle persone subiscono violenze ripetute nel tempo, per lungo tempo, tali da scorticare le loro anime, queste possono restituire al mondo quelle violenze sotto altre forme, dei diavoli che non volevano diventare diavoli ed ora si trovano a combattere contro altri diavoli, e, tu sai… attraverso ogni singola azione, parola, o scritto, posso percepire, leggendo questi ragazzi, ..questa disumanizzazione atroce che hanno subito, perchè è come se leggendo le loro parole queste mi stessero scorticando a loro volta…

Non so se Chuck avrà mai letto questa Commentary board, ma poco cambia, mi chiamassi Tyler Durden o Mike Ma.

“A prima vista, Mike si presenta come un bullo dei film per adolescenti degli anni ’80 sui downers.” – Playboy Magazine “

“Possiamo avere Roma di nuovo, se rompete abbastanza finestrini di BMW”

… Mike Ma si è vantato di aver interrotto una conferenza stampa alla Casa Bianca.” – L’Huffington Post.

Harassment Architecture, per ora solo in americano, è stato descritto come una marcia violenta e quasi senza trama contro ciò che l’autore chiama il “mondo inferiore” che lo circonda.

Harassment Architecture è la nostra storia, la storia di noi accelerazionisti, contemporaneamente nati nell’epoca sbagliata, e nati nell’epoca giusta, al solo fine di mostrare al mondo la ricerca di una via d’uscita possibile da questo chaos, cioè: il crollo ultimo e definitivo dell’intera società attuale.

E ricordatevi…tutto dipende da quanti finestrini di BMW riuscirete a frantumare…proprio come in Mario Bros..beh—più o meno + :O –

Leave a Reply